OVERVIEW REGNO UNITO

13 ottobre 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato britannico e irlandese
Indicazioni aggiornate al 13 ottobre 2021


SITUAZIONE GENERALE

Nell’ultima settimana nel Regno Unito sia il numero di positivi (-3,1%) sia quello dei ricoverati (-16,6%) è diminuito, mentre quello dei decessi ha segnato una flessione del 37% nell’ultimo mese

Per quanto concerne la campagna vaccinale, il numero totale delle somministrazioni ha raggiunto i 94,3 milioni, di cui 49,2 milioni rappresentano prime dosi e 45,2 milioni seconde dosi. L’89,8% della popolazione di età pari o superiore ai 16 anni ha dunque fatto la prima inoculazione, mentre l’82,5% ha già completato l’iter vaccinale. 

In Galles desta preoccupazione la recente impennata dei contagi registrata nelle scuole: oltre 10mila ragazzi hanno dovuto assentarsi dalle lezioni la scorsa settimana. L’ultimo report stilato dalle autorità sanitarie conferma che l'incidenza è più alta (quasi 2000 casi ogni 100mila abitanti) nella fascia d’età dai 10 ai 19 anni, cosa che ha fatto esprimere al Primo Ministro Mark Drakeford la propria apprensione per un nuovo picco a fine ottobre. La speranza resta tuttavia quella che, grazie al ritmo sostenuto delle vaccinazioni dei minori di 16 anni, “i numeri si stabilizzino e inizino a ridursi". Dall'11 ottobre, per accedere a locali notturni ed eventi, i cittadini maggiorenni del Galles devono presentare il covid pass a conferma dell’avvenuta vaccinazione o del risultato negativo di un test. 

In Scozia il governo sta mettendo a punto una strategia per la ripartenza che intende superare le diseguaglianze instauratesi e favorire il benessere economico potenziando i servizi alle persone, come ha annunciato il vice-Primo Ministro John Winney. Nel Paese dal 1° ottobre per i maggiorenni sarà necessario un pass vaccinale che attesti la doppia vaccinazione per accedere a luoghi chiusi quali discoteche e pub, nonché, per esempio, ad eventi al chiuso con più di 500 partecipanti. L’app da utilizzare sta però presentando diversi problemi di funzionamento che, assicura il governo, sono imputabili “ad un traffico iniziale estremamente elevato”.

In Irlanda del Nord la scorsa settimana si è confermata la tendenza ad un leggero rialzo dei contagi. L’esecutivo ha però disposto un allentamento progressivo delle misure anticovid dal 14 ottobre: agli incontri privati potranno partecipare fino a 30 persone e agli spettacoli al chiuso il pubblico non dovrà più stare necessariamente seduto, ad esempio. In negozi, cinema e teatri è stato abolito anche il distanziamento sociale che resterà tuttavia in vigore fino al 31 ottobre in bar e ristoranti. 
Secondo l’ultimo rapporto sull’andamento di immunizzazioni, decessi e ospedalizzazioni, le somministrazioni avrebbero superato i 2,5 milioni e gli over50 non vaccinati avrebbero 5 volte più probabilità di essere ricoverati e quattro volte più di morire rispetto a chi è completamente vaccinato.

Relativamente ai sussidi erogati dal cosiddetto piano “furlough” per un ammontare di quasi 70 miliardi di sterline, grazie ai quali è stato garantito lo stipendio di 11,6 milioni di lavoratori, la Banca d'Inghilterra ha messo in guardia, ora che verranno meno, dal possibile aumento della disoccupazione, mentre il governo ribadisce invece come sia “il momento giusto per sospenderli”.

In Irlanda, se da un lato il numero di contagi con una media stabile di 1300 casi giornalieri appare in linea con quello delle scorse settimane, gli ultimi dati forniti dal Dipartimento della Salute confermano invece un sensibile incremento (+20%) dei ricoveri in terapia intensiva, come ricordato anche dal CEO di HSE Paul Reid, che ha precisato che il 67% dei pazienti in questione non risulta vaccinato. 
Nel Paese vaccinati e guariti dal covid negli ultimi sei mesi stanno ricevendo il certificato di vaccinazione emesso dall'HSE via e-mail o per posta e, se maggiorenni, dovranno esibirlo per accedere agli spazi interni di pub, ristoranti, bar, cinema etc. 

Rispetto alla campagna vaccinale, nel Paese risultano somministrate un totale di 7,25 milioni dosi, di cui 3,76 milioni costituiscono prime dosi e 3,5 milioni seconde dosi. La popolazione di età superiore ai 12 anni risulta così  per l’89,4% aver ricevuto il primo vaccino e l’87,5% essere stata immunizzata. 

 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: (Inghilterra e Scozia) flessione dei contagi; (Galles) incremento dei contagi, in particolare tra i giovani in età scolare; (Irlanda del Nord) leggero rialzo dei contagi; (Irlanda) numero stabile di nuovi casi associato però ad un netto aumento dei ricoveri.
  • SITUAZIONE VIAGGI: Dal 4 ottobre il Regno Unito ha modificato il precedente sistema a semaforo, mantenendo solo la distinzione tra Paesi “rossi” (dall’11 ottobre solo 7: Panama, Colombia, Venezuela, Perù, Ecuador, Haiti e Repubblica Dominicana) e “non rossi”. Nel caso di questi ultimi ora si distingue solo tra persone “completamente vaccinate” e "non o non completamente vaccinate". Per i “completamente vaccinati” (anche di età inferiore ai 18 anni): nessun test prima della partenza e nessuna quarantena, necessari invece la registrazione online e il test (non più PCR, bensì LFT, ossia rapido) entro il secondo giorno dall'ingresso. Per i “non o non completamente vaccinati”: necessari la registrazione online, un test prima dell'ingresso, uno entro il secondo giorno e uno l’ottavo giorno dopo l'ingresso, nonché la quarantena di dieci giorni con possibilità di abbreviarla in caso di test negativo eseguibile dal quinto giorno dopo l'ingresso.
     
    L’Italia include il Regno Unito tra i Paesi della lista “D”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/

    Tutti i passeggeri che arrivano in Irlanda devono compilare un modulo di localizzazione prima della partenza. Inoltre i passeggeri in arrivo dall'interno dell'UE devono presentare il Certificato COVID digitale (prova di vaccinazione, guarigione) oppure un risultato negativo di un test RT-PCR eseguito entro 72 ore prima dell'arrivo nel Paese.
    L’Italia include l’Irlanda tra i Paesi della lista “C”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/
  • VOLI: le maggiori compagnie adeguano rotte e frequenze in base all’evoluzione della situazione pandemica.



In Inghilterra i membri dell'Associazione dei TO indipendenti AITO hanno accolto con favore e come "punto di svolta" la recente riduzione dei Paesi presenti sulla lista rossa da 54 a 7. Il presidente Chris Rowles ritiene al proposito che "ora ci sia una speranza concreta di ripresa per il settore dei viaggi". 

I Ministri dei Trasporti e della Salute delle nazioni del G7, riunitisi di recente a Londra, hanno concordato di uniformare, stabilendo dei princìpi comuni, le singole strategie relative ai viaggi internazionali per "garantire una ripresa duratura" al settore. Il Dipartimento dei Trasporti britannico ha confermato che questo accordo "si basa sul recente lavoro svolto dal governo per semplificare il proprio sistema e agevolare gli spostamenti da e verso il Regno Unito". 


Flash news trasporti e Tour Operator

  • AEROPORTO DI MANCHESTER: Norwegian Air ha riattivato due voli settimanali per Oslo dalla struttura aeroportuale, portando a 16 il numero delle compagnie (tra cui Air France, KLM, Jet2 e TUI) che operano dal nuovo Terminal 2 dalla sua apertura avvenuta a luglio.
  • AEROPORTO DI DONCASTER SHEFFIELD: Wizz Air intende mettere in vendita fino a 1,5 milioni di posti la prossima estate, proponendo nuove rotte verso Spagna, Turchia, Portogallo, Bulgaria e Creta. L'aumento della capacità rientra nel nuovo accordo tra la compagnia aerea e l'aeroporto. Da novembre a marzo Wizz Air metterà invece in vendita 250mila posti su voli per le Isole Canarie, Cipro e città in Lettonia e Polonia.
  • JET2: Il programma invernale della compagnia comprende sei nuove rotte verso destinazioni sciistiche europee: Ginevra da Newcastle e Glasgow, Innsbruck da Bristol ed Edimburgo e Salisburgo da Bristol e Newcastle.
  • RYANAIR intende ampliare la propria rete invernale dall'aeroporto di Edimburgo con quattro nuove rotte. L'aggiunta di Cork, Madrid, Palermo e Parigi Beauvais porta a 50 il numero totale di destinazioni servite dalla capitale scozzese.
  • KUONI sta dedicando molta attenzione al segmento delle vacanze di lusso a corto raggio, in particolare per occasioni speciali, come  ad esempio lune di miele, compleanni e anniversari. Circa il 30% di tutte le prenotazioni del TO per il 2022 sono rappresentate da viaggi di nozze, perlopiù rimandati causa pandemia, il cui valore medio è aumentato del 13%, passando dalle 7.985 £ del 2019 alle 9.045 £ del 2022. Analoga attenzione viene riservata agli itinerari europei "costa, cultura e campagna" con trasferimenti privati o noleggio-auto, per i quali esiste un servizio di prenotazione su misura.
    L'amministratore delegato Derek Jones ha sottolineato l’intenzione del TO di "affermarsi nel prodotto di lusso a corto raggio al pari del lungo raggio, aggiungendo valore e creando proposte su misura". In Italia Kuoni ha acquisito nuovi hotel in Toscana, sul Lago di Garda, a Verona e a Palermo.
  • IF ONLY: Il TO di lusso ha lanciato la campagna "Travel Now with British Airways" in collaborazione con la compagnia di bandiera del Regno Unito con l’auspicio di nuove prenotazioni grazie all'allentamento delle restrizioni di viaggio.
  • TRAILFINDERS ha aperto un centro per l’effettuazione di test all'interno del proprio store di Londra in collaborazione con Cignpost ExpressTest (capacità: oltre 600 test al giorno).
  • TUI ha riferito che nel Regno Unito le prenotazioni per la stagione invernale "hanno registrato un forte incremento" dopo l'aggiornamento degli avvisi di viaggio dello scorso 17 settembre. Il TO ritiene plausibile che in termini di prenotazioni l'estate 2022 si avvicini ai livelli del 2019.
  • GOLD MEDAL: Il marchio Pure Luxury, che ha acquisito nuove proprietà alle Canarie, alle Baleari, in Italia e in Grecia, ha assistito ad un boom di prenotazioni nel mese di settembre (+66% su base mensile).
  • EXPLORE ha rinnovato il proprio programma di fidelizzazione per incoraggiare le prenotazioni ripetute tramite i propri agenti. La proposta include bonus "invita un amico" e sconti commisurati al numero di viaggi effettuati (si va dal 5% di sconto su tutti i viaggi dopo il secondo, fino al 10% dopo nove viaggi).


FONTE
: Hills Balfour

Regno Unito
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter