OVERVIEW REGNO UNITO

24 luglio 2020
Aggiornamenti e notizie dal mercato britannico
Indicazioni aggiornate al 24 luglio 2020


SITUAZIONE GENERALE

Benché la curva dei contagi risulti ormai stabile da qualche settimana e presenti una leggera ma costante diminuzione giornaliera, il Regno Unito registra comunque il numero di contagi più alto d’Europa e un totale di 44.968 decessi.

Il Governo ha deciso nonostante questo di allentare ulteriormente le restrizioni, consentendo la riapertura di centri estetici, palestre e piscine dal 25 luglio ma allo stesso tempo dal 24 luglio renderà obbligatorio l’utilizzo della mascherina, che finora lo era solamente sui mezzi pubblici, anche nei negozi. 

Il 17 luglio 2020 il Primo Ministro Boris Johnson ha annunciato un ulteriore allentamento delle misure quale passo in direzione di un "significativo ritorno alla normalità" con l’auspicio che quest’ultimo possa avvenire entro Natale. Secondo le nuove linee guida, le persone potranno utilizzare i trasporti pubblici anche per viaggi non essenziali e chi lavorava da casa potrà tornare al proprio posto di lavoro a discrezione del datore di lavoro a partire dal 1° agosto. 

Tenendo un discorso alla Camera dei Comuni, il parlamentare Rishi Sunak ha annunciato una serie di nuove misure messe a punto dal governo anche sul fronte economico, volte a proteggere l’economia e i posti di lavoro.

 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO
  • POST-LOCKDOWN: riapertura di diverse attività commerciali e al contempo adozione di nuove misure (obbligo di indossare la mascherina nei negozi).
  • VOLI: incremento dei voli nel mese di agosto da parte delle maggiori compagnie.
  • SITUAZIONE TURISMO: dal 3 luglio l’Inghilterra ha rimosso l’obbligo di quarantena al rientro da 67 Paesi, fra i quali l’Italia. E’ atteso un aggiornamento della lista il prossimo 27 luglio.

Con l’allentamento delle restrizioni e l’eliminazione dell’obbligo di quarantena per molti Paesi, il mood nel mondo della stampa turistica si è decisamente risollevato. Si nota dalla reintegrazione del numero di pagine dedicate ai viaggi, nonostante il trend “vacanza staycation” rimanga una costante nei media.

La prossima settimana il governo si pronuncerà sui viaggi internazionali con riferimento soprattutto ai corridoi aerei e attualmente sta lavorando ad un pacchetto di misure che riguardano appunto il settore aereo.

L’associazione degli agenti di viaggio ABTA ha messo a punto con AXA un prodotto assicurativo rivolto a clienti con prenotazioni esistenti o viaggi riprogrammati che hanno bisogno di copertura per spese mediche correlate al Covid19, a condizione che la destinazione non rientri tra quelle in cui sono ammessi solo viaggi essenziali. 

Il ministro dei trasporti Grant Shapps ha riferito che il governo ha sottoscritto la garanzia Atol sui rimborsi delle prenotazioni di pacchetti vacanza cancellate a causa della pandemia in quanto intende fornire un messaggio chiaro ai passeggeri, ovvero che possono prenotare le loro vacanze estive in serenità, cosa che non costituisce una buona notizia solo per chi desidera fare una vacanza, ma anche per il settore turistico che è stato duramente colpito dalla crisi.



 
 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • British Airways ha iniziato la vendita dei biglietti per le vacanze estive 2021. La compagnia aerea nei giorni scorsi ha però annunciato diverse misure di riduzione dei costi, tra cui anche quella relativa all’affiliata CityFlyer, che opera voli a breve raggio da Edimburgo al London City Airport, che verrà chiusa. Ha anche anticipato che, a seguito dell'attuale crisi, smetterà di utilizzare tutti i Boeing 747.
  • EasyJet riprenderà a volare su più di 100 rotte da e per il Regno Unito a partire dal mese di agosto. L'incremento dei voli nel mese di agosto aumenterà la capacità verso destinazioni quali Italia, Francia, Spagna, Turchia, Grecia e Croazia. La compagnia riattiverà anche due voli settimanali da Gatwick a Innsbruck a partire da agosto, aumentando il numero dei voli a partire da settembre fino a tre volte alla settimana. EasyJet ha portato avanti il suo programma di vendita durante il lockdown per offrire ai clienti maggiori opportunità di riprenotazione e offrire loro ulteriore flessibilità per le nuove prenotazioni oltre a quelle in essere.
  • Jet 2 com e Jet 2 holidays hanno annunciato l’introduzione dell'assicurazione Covid19. La copertura è stata automaticamente aggiunta a tutte le polizze acquistate a partire dal 9 aprile. Comprende la copertura medica in caso di contagio da Covid19 all'estero e quella da annullamento in caso il cliente risultasse positivo al Covid fino a 14 giorni prima del viaggio. La polizza prevede anche una copertura per la cancellazione se il cliente viene ricoverato in ospedale a causa del Covid19 fino a 28 giorni prima del viaggio, così come la riprotezione se al cliente venisse negato l'imbarco a seguito di un test positivo o di un aumento della temperatura corporea.
  •  Ryanair taglierà 1000 voli sull’Irlanda dal proprio programma con la perdita di 200.000 passeggeri a causa di una disputa con il governo irlandese sulle misure di quarantena. I tagli ai voli tra agosto e settembre interesseranno in gran parte Shannon, Cork, Knock e Kerry. La compagnia aerea sostiene che l'Irlanda non vuole riprendere gli affari continuando ad imporre la quarantena a chiunque arrivi dall'Europa e ha sollecitato il governo irlandese a rimuovere urgentemente tutte le restrizioni di viaggio verso i Paesi dell'UE, che perlopiù mostrano percentuali di contagio inferiori a quella della stessa Irlanda.
  •  L’Associazione dei tour operator britannici in Italia ABTOI, che conta oltre 65 membri, ha comunicato che l'allentamento delle misure ha portato ad un incremento di interesse. Tutti gli associati riferiscono tuttavia che per il momento si tratta solo di richieste di informazioni. La sensazione generale è che tutti siano in attesa di vedere come evolverà la situazione anche alla luce dei primi viaggi in Italia intrapresi da viaggiatori che hanno sfidato e superato gli ostacoli per arrivarvi. Nessuno degli operatori si aspetta nulla di concreto per l'estate, anche se forse qualcuno riprenderà a viaggiare verso l’autunno. Per quanto riguarda il prodotto sci, c'è interesse e si stanno registrando alcune prenotazioni. Le gite scolastiche al momento restano ferme ma la situazione potrebbe sbloccarsi con l’avvicinarsi di settembre. Riguardando un target giovane, questo segmento potrebbe iniziare gradualmente a riprendersi.
  •  Kent e Cox Kings hanno annunciato che entrambe avranno delle perdite. Il tour operator di lusso ha ammesso che, pur avendo beneficiato dei sostegni governativi, questo non ha permesso di compensare il calo della domanda. 
  •  Travel Hays, che ha riaperto tutti i suoi 650 uffici, ne aprirà uno anche a Glasgow per rispondere alla domanda crescente di turismo domestico. L'azienda ha comunicato che il volume delle vendite è pari al 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e ha introdotto un'assicurazione di viaggio completa con copertura per il Covid19.
  •  Kuoni ha comunicato che sta ancora effettuando un centinaio di videochiamate a settimana con i propri clienti e che rimanderà la riapertura degli uffici nel breve periodo.
  •  Ramblers, azienda specializzata in trekking organizzati, ha dovuto cancellare più di 5000 pacchetti per quest'estate e non prevede di tornare in attivo fino al 2022, nonostante decine di clienti abbiano optato per prenotare di nuovo o accettare un rimborso dei tour cancellati.
  •  Redpoint Holidays, lo specialista delle vacanze sulla neve, ha comunicato che al momento non accetta prenotazioni.
  •  Advantage Travel Partnership ha riferito di aver registrato il miglior weekend degli ultimi mesi con prenotazioni riguardanti il 2020, in particolare il periodo delle vacanze scolastiche. 
  • Trailfinders ha comunicato che grazie alla sua solidità finanziaria potrà operare senza necessità di contrarre prestiti e che prevede di tornare ad un ampio profitto nel 2021.


FONTE: Hills Balfour

Iscriviti alla newsletter