OVERVIEW REGNO UNITO

23 giugno 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato britannico e irlandese
Indicazioni aggiornate al 23 giugno 2021


SITUAZIONE GENERALE

A causa dell'aumento dei casi di COVID-19 legati alla variante Delta in Galles, Scozia e Inghilterra si stanno verificando dei ritardi nell’allentamento delle restrizioni previste a giugno. 

In Inghilterra la fase finale degli allentamenti è stata posticipata al 19 luglio. La maggior parte delle limitazioni ai contatti sociali in essere rimarranno quindi ancora in vigore. 

Anche in Galles la data delle ulteriori aperture è stata posticipata di 4 settimane (quindi al 19 luglio) poiché la variante si è diffusa rapidamente in tutto il paese. Per far fronte all’emergenza il primo ministro Mark Drakeford prevede un'attività di sensibilizzazione della popolazione alla seconda dose del vaccino. La nazione mira a distribuire più di mezzo milione di dosi nel prossimo mese.

In Scozia, per far sì che più persone possano essere vaccinate è probabile che la data del 28 giugno, dove l’intero paese avrebbe dovuto passare al livello zero (il più basso del suo sistema a cinque livelli), subisca uno slittamento di 3 settimane (19 luglio), secondo quanto ha affermato il il primo ministro Nicola Sturgeon. Il tasso di casi di COVID-19 in Scozia è cinque volte superiore a quello dell'inizio di maggio. Sturgeon ha affermato che "dobbiamo guadagnare tempo sufficiente per la vaccinazione per andare avanti e stare al passo con il virus, e questo è il motivo della cautela in questo frangente".

In Irlanda, c'è la speranza che il piano di riapertura vada avanti senza grossi ostacoli. Il paese è pronto ad un'importante riapertura dell'ospitalità all'aperto con la prossima serie di restrizioni che verranno revocate il 5 luglio. Nel frattempo, è stato confermato che nelle prossime settimane sarebbero stati apportati importanti cambiamenti al lancio del vaccino in Irlanda, man mano che il programma si intensifica.

Al 21 giugno il numero totali di dosi vaccinali somministrate nel Regno Unito sono 74.6 milioni, di cui 31.4 milioni di secondi dosi. Questo numero porta all’81.6% della popolazione adulta vaccinata (1° dose) e 59.7% (entrambe le dosi).
L’Irlanda ha numeri in percentuale più bassi, avendo coperto il 54.2% della popolazione con la 1° dose e il 23.1% con la seconda, frutto delle 3.2 milioni di dose somministrate fino al 20 giugno.

C'è polemica in Gran Bretagna riguardo al “sistema a semaforo”, in vigore dal 17 maggio: l’ex Primo Ministro, Theresa May, lo ha criticato, definendolo "caotico" e chiedendosi perché i viaggi siano più limitati quest'estate, nonostante gli alti tassi di vaccinazione del Regno Unito.
A questo proposito proprio in questi giorni il governo starebbe prendendo in considerazione l'esenzione dalla quarantena per coloro che hanno già completato l’iter vaccinale rendendo di fatto, per quest'ultimi, verdi le destinazioni arancioni (Italia). Non è chiaro in questa fase se a quei viaggiatori sarà ancora richiesto di sottoporsi a un test PCR COVID-19 al ritorno nel Regno Unito. Ulteriori novità attese per il prossimo checkpoint del 28 giugno.



SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: (Gran Bretagna) Dal 17 maggio è in vigore un “sistema a semaforo”. Al momento, gli unici Paesi europei inseriti nella lista verde (dove non è prevista quarantena) sono: Gibilterra, Islanda e Israele, inseriti nella lista “verde”. Maggiori dettagli: www.gov.uk/guidance/red-amber-and-green-list-rules-for-entering-england
    Per gli altri paesi (inclusa l’Italia) è prevista la quarantena al rientro (vedi sotto).
    (Irlanda) Ancora vietati i viaggi all’estero non essenziali, in attesa del “green pass” europeo. I viaggi potrebbero riprendere dal 19 luglio per chi è in possesso del “green pass”.
  • SITUAZIONE VIAGGI: Chiunque arrivi nel Regno Unito (no paesi verdi) deve compilare un formulario online, effettuare un test nei tre giorni antecedenti la partenza, osservare una quarantena di 10 giorni all’arrivo e sottoporsi ad altri 2 test durante il periodo di quarantena (secondo e l'ottavo giorno dopo l’arrivo), prenotati e pagati (£210) prima dell’ingresso nel Paese tramite il portale dedicato.
    (https://quarantinehotelbookings.ctmportal.co.uk)

    L’Italia include il Regno Unito tra i Paesi della lista “C”, ma l’ordinanza del 18 giugno 2021 introduce l'obbligo di 5 giorni di isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora per quanti facciano ingresso in Italia avendo soggiornato o transitato nel Regno Unito nei 14 giorni precedenti. E' previsto poi un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei 5 giorni di isolamento fiduciario. Informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/insights-mercati/altri-mercati-ed-info-utili/overview/?IDM=1

    Dall’8 maggio, il governo irlandese ha deciso di rimuovere l’Italia e l’Austria dalla lista dei Paesi a rischio e quindi non sarà più obbligatorio osservare una quarantena di 14 giorni presso uno degli hotel designati dal governo da prenotare prima dell’arrivo. Rimarrà per il momento ancora in essere la quarantena domiciliare. L’Italia include l’Irlanda tra i Paesi della lista “C”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/insights-mercati/altri-mercati-ed-info-utili/overview/?IDM=1
  • VOLI: Le maggiori compagnie adeguano rotte e frequenze in base all’evoluzione della situazione pandemica.



    Flash news trasporti e Tour Operator

    • BRITISH AIRWAYS (BA) e VIRGIN ATLANTIC si sono unite in una sfida legale contro il modo in cui il governo sta utilizzando il nuovo sistema a semaforo per i viaggi internazionali. La richiesta di un riesame giudiziario sulla "mancanza di trasparenza" dei sistemi è anche sostenuta dalla compagnia aerea low cost Ryanair.
    • L'aeroporto di GATWICK ha delineato i suoi obiettivi di sostenibilità per i prossimi 10 anni. Nella nuova politica dell'aeroporto "Decade of Change", Gatwick si concentrerà su una serie rinnovata di obiettivi che includono le sostenibilità locali e nazionali e l'impegno a migliorare la qualità dell'aria.
    • JET2.COM e JET2HOLIDAYS hanno ampliato il loro programma estivo 2022 dall'aeroporto di Newcastle, con aerei extra e oltre 300 voli aggiunti a una serie di destinazioni tra cui la Spagna continentale, le isole Baleari e Canarie, la Turchia, la Grecia, la Bulgaria e l'Italia. I marchi consociati hanno affermato che la capacità extra è stata una risposta alla "enorme domanda" dei vacanzieri nel nord-est. 
    • STOBART AIR, che opera voli regionali per conto di Aer Lingus, ha cessato l'attività, il che significa che alcune rotte regionali sono state cancellate.
    • COLLETTE ha lanciato una vendita estiva per viaggi negli Stati Uniti, Europa e America Centrale, con un risparmio fino al 25%, che termina il 30 giugno. La nuova vendita è valida per le prenotazioni effettuate tra il 21 giugno e il 30 giugno 2021 per viaggi tra luglio 1 fino al 31 marzo 2022 per viaggi selezionati in Europa, Stati Uniti e America Centrale.
    • NEWMARKET HOLIDAYS, lo specialista di tour guidati ha dato il via a una campagna promozionale con il tema dei campionati Euro 2020. Dall'11 giugno, inizio del torneo di calcio, l'operatore offre il 10% di sconto su tutte le vacanze aeree verso destinazioni con squadre partecipanti agli Europei. Una volta eliminate le squadre, anche la destinazione lascia la promozione e torna a uno sconto del 5%. Richard Forde, responsabile delle vendite commerciali, ha dichiarato: “In questi tempi difficili per il settore dei viaggi, abbiamo deciso di introdurre un'offerta diversa. La possibilità di impegnarci in modo divertente con una promozione che ci dà la possibilità di comunicare in modo leggermente diverso tramite e-mail o social media, ad esempio". Newmarket ha affermato che le vendite per il 2022 e il 2023 sono rimaste "robuste" nonostante le sfide a breve termine di portare le persone in vacanza quest'estate.


    FONTE: Hills Balfour

    Regno Unito
    Scegli una sottovoce di menù
    Iscriviti alla newsletter