Lockdown localizzati: in molti li accetterebbero

01 settembre 2020
Secondo un recente sondaggio condotto da YouGov, in Inghilterra e Galles le persone sarebbero in larga maggioranza disposte ad accettare un isolamento localizzato se il virus si diffondesse nella loro regione.

La strategia di Boris Johnson di imporre restrizioni mirate alle aree con cluster ha già portato alla rarefazione sociale e alla chiusura di negozi in città come Manchester, Leicester, Bradford e Luton, misure poi revocate una volta contenuta la diffusione del virus. Dal rilevamento emerge che solo una minoranza si "opporrebbe" o "si opporrebbe fortemente" a misure restrittive localizzate se venissero adottate nelle loro zone. Gli oppositori di eventuali nuovi lockdown appaiono concentrarsi in alcune zone in particolare: nella City di Londra (33%), nel Pembrokeshire (24%) e nel West Yorkshire (18%). Tra le regioni che registrano i livelli più bassi di approvazione rispetto ad eventuali nuove restrizioni rientrano due delle regioni attualmente coinvolte da blocchi locali, ovvero West Yorkshire e Greater Manchester. La maggiore propensione ad accettare eventuali blocchi locali è stata invece riscontrata nel Northumberland (78%), nel Cheshire (68%) e nell'East Sussex (66%).

Leggi le notizie in lingua originale cliccando qui


Iscriviti alla newsletter