Come sta cambiando la distribuzione

26 luglio 2021

Con il volume dei viaggi notevolmente ridotto e i budget di marketing ridotti, è più importante che mai capire quali strategie di distribuzione stanno guidando le prenotazioni. Negli ultimi cinque anni la quota di prenotazioni provenienti dalle OTA è diminuita di 11 punti percentuali in Europa e contemporaneamente le prenotazioni dirette sui siti web degli hotel sono aumentate negli ultimi anni, soprattutto dall'inizio della pandemia.

In Europa, le prenotazioni dirette si sono aggirate intorno al 20% delle entrate dal 2017 al 2019, ma nel 2020 tale cifra è balzata al 30% e al 32% per i primi cinque mesi del 2021. Il balzo delle prenotazioni dirette è stato principalmente a scapito del gruppo Expedia, che è sceso dal 19% della quota di mercato in Europa nel 2019 al 10% nel 2020 e al 7% all'inizio del 2021 (calo attribuibile alle restrizioni dei viaggi transfrontalieri che prevedono voli). Ma è una situazione anomala quindi ci si aspetta che riprenderà la richiesta di pacchetti volo+hotel. Un altro canale da tenere sott’occhio in Europa è Airbnb. Sebbene la quota di mercato complessiva dell'azienda per la distribuzione alberghiera sia piccola, è in costante crescita.

COSA POSSONO FARE LE STRUTTURE RICETTIVE

Fidelizzare i viaggiatori che hanno prenotato direttamente nell'ultimo anno, fornendo un'esperienza positiva e memorabile durante il loro soggiorno e utilizzando i dati per costruire tale relazione con future offerte pertinenti.

Assicurarsi che i siti web delle strutture funzionino bene, convertendo i visitatori in prenotazioni. Utilizzare strategie di prezzo che rendano le prenotazioni dirette interessanti per i consumatori. Anche l'esperienza dell'utente sui dispositivi mobili è più importante che mai: si segnala infatti un aumento dal 30 al 40% delle prenotazioni dirette effettuate sui dispositivi mobili dall'inizio della pandemia.

Leggi la ricerca in lingua originale cliccando qui
Iscriviti alla newsletter