Revocata dal 20 marzo la maggior parte delle restrizioni

16 febbraio 2022
“E’ un giorno molto speciale” – ha affermato il cancelliere Scholz al termine della giornata di ieri (16 febbraio) che si è conclusa con la decisone dei governi federale e statale di affrontare una primavera senza restrizioni.
Il cancelliere e i primi ministri hanno concordato un piano che prevede aperture graduali fino alla completa sospensione delle misure entro il 30 marzo, se la situazione sanitaria lo permetterà.

Nello specifico verrà attuato un piano in tre fasi, revocando inizialmente le restrizioni per i vaccinati e per coloro che sono guariti, per passare poi ad una seconda fase, il 4 marzo, permettendo l’accesso agli hotel e alla gastronomia anche con test negativo. In un terzo e ultimo passaggio, verso il 20 marzo, dovrebbero essere abbandonate tutte le misure.

Rimangono confermate le protezioni “di base” quali l’obbligo di mascherina al chiuso su autobus e treni e con test.

Si può guardare con fiducia alla primavera – ha proseguito Olaf Scholz – anche se allo stesso tempo è necessario mantenere alta l’attenzione perché la pandemia non è ancora finita.

Scholz ha nuovamente sollecitato la popolazione a vaccinarsi e ha ricordato l’obiettivo di fare entrare in vigore l’obbligo vaccinale il 1° ottobre.

Leggi la notizia in lingua originale cliccando qui

Germania
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter