OVERVIEW GERMANIA

15 luglio 2021

Aggiornamenti e notizie dal mercato tedesco
Indicazioni aggiornate al 15 luglio 2021


SITUAZIONE GENERALE

In Germania tornano ad aumentare i contagi da Covid-19 e il RKI sta registrando numeri in crescita. Sulla base dei dati di lunedì mattina (12 luglio), le autorità sanitarie hanno segnalato 324 nuove infezioni in un giorno, dato in aumento rispetto ad una settimana fa, quando fa il valore è stato di 212 nuovi contagi. Il RKI ha attestato l’incidenza di sette giorni a 6,4 a livello nazionale.
Il ministro degli Esteri federale Heiko Maas si è espresso a favore della revoca di tutte le restrizioni non appena tutta la popolazione in Germania avrà avuto la possibilità di essere vaccinata. 

Hotel e ristoranti intanto fanno i conti con le significative perdite registrate durante il periodo della pandemia. Pochi altri settori infatti hanno sofferto tanto delle restrizioni come quello dell’ospitalità. A partire da maggio gli allentamenti sono stati sempre maggiori e ora pare che le cose stiano finalmente migliorando.
Secondo un recente sondaggio dell'associazione alberghi e ristoranti (Dehoga), la situazione nel settore della ristorazione è tuttavia ancora tesa. Il mese scorso hotel e ristoranti in Germania hanno realizzato circa il 36% in meno di entrate rispetto a giugno 2019, con grandi differenze all’interno del settore.

In Baviera i pernottamenti turistici in hotel, appartamenti, case vacanza e campeggi sono ammessi con prerequisito di test negativo da presentare all’arrivo. Ne sono esenti i vaccinati e i guariti. Con un’incidenza su 7 giorni tra 50 e 100 gli ospiti dovranno presentare anche un ulteriore test negativo ogni 48 ore aggiuntive.
Con un’incidenza su 7 giorni inferiore a 100, ristoranti e locali potranno aprire sia all’aperto che al chiuso tra le cinque del mattino e la mezzanotte mentre pub e locali simili possono aprire solo all’aperto.
Funivie e ferrovie turistiche sono in funzione e sono consentiti anche le visite guidate e i tour in montagna. Per l’accesso a parchi divertimento, piscine, terme e centri benessere, con un'incidenza di 7 giorni tra 50 e 100, i visitatori non vaccinati o guariti dovranno presentare un test negativo.

In tutte le regioni del Baden-Württemberg è di nuovo possibile accedere a ristoranti (sia all’interno che all’esterno) e hotel per scopi turistici, così come la fruizione di attività culturali, giardini zoologici e botanici, parchi di divertimento e strutture per il tempo libero, in base alle normative sull’incidenza di 7 giorni nella rispettiva città o distretto.

Dal 28 giugno con livelli di incidenza 1 e 2 (incidenza di 7 giorni al di sotto di 50 o compresa fra 50 e 100) non è più necessario presentare il certificato di test negativo, di vaccinazione o di guarigione (“3G-Regel”) durante la permanenza in strutture ricettive e per accedere a strutture gastronomiche, ricreative e culturali. Dal livello di incidenza 3 (valore superiore a 100) l'inasprimento entrerà nuovamente in vigore.

In merito al piano vaccinale, fino a domenica scorsa nel Paese sono state somministrate 221.720 dosi di vaccino, portando così al 42,6% la percentuale della popolazione completamente immunizzata, mentre invece il 58,5% dei Tedeschi ha ricevuto almeno una dose di vaccino.
Ci sono date discordanti riguardo al periodo entro il  quale tutti i Tedeschi potranno accedere al vaccino: i più ottimisti parlano di fine luglio, mentre la cancelliera Angela Merkel ipotizza la data del 21 settembre.

Probabilmente sarà necessaria una terza vaccinazione di richiamo in autunno per tutti e secondo il portavoce del governo Steffen Seibert i preparativi sono già in corso. L’analisi dei dati non è al momento sufficiente per anticipare in quale periodo potrà essere raccomandata l’inoculazione del richiamo.
La Commissione vaccinale permanente (Stiko) non incentiva però la vaccinazione per i bambini e gli adolescenti e continua a raccomandarla per i giovani solo in casi eccezionali.

 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

 

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: Di nuovo in aumento il numero delle nuove infezioni. Il RKI ha attestato l’incidenza di sette giorni a 6,4 a livello nazionale.
  • SITUAZIONE VIAGGI: Dal 6 giugno l'Italia non è più considerata "area a rischio", per l’ingresso in Germania via terra non è più richiesto un test negativo e decade anche l’obbligo di registrazione. Chiunque entri in Germania per via aerea, indipendentemente dal Paese di provenienza, deve disporre, prima dell'imbarco, del Green Pass o del risultato negativo ad un tampone antigenico (rapido) o molecolare (PCR). La documentazione può essere prodotta anche in italiano.
     
    L’Italia include la Germania tra i Paesi della lista “C”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/
  • VOLI: Adeguamento dei programmi di volo in base alle nuove categorie di rischio assegnate alle singole destinazioni.

Mentre in Germania stanno iniziando le vacanze scolastiche e molti Tedeschi si apprestano a fare le valigie, la variante Delta si sta diffondendo anche in altri Paesi europei. La mutazione, molto contagiosa, rappresenta già il 70% dei casi nella capitale del Portogallo, Lisbona. Per questo motivo il Portogallo, la Russia e la Gran Bretagna sono attualmente classificate come aree ad alta incidenza e per questa settimana  il governo ha imposto l’obbligo di quarantena di due settimane per tutti i viaggiatori, compresi i vaccinati, che rientrano da questi  Paesi. 

Da domenica 11 luglio il  Robert Koch Institut (RKI) ha inserito nuovamente la Spagna, comprese tutte le Isole Baleari nelle aree a rischio limitato, sconsigliando i viaggi turistici durante l’estate. In risposta il ministro del turismo spagnolo ha messo in discussione il parametro di classificazione del RKI che analizza l’incidenza ma non tiene in considerazione l’alto  numero di vaccinazioni e il basso numero dei ricoveri allo stato attuale.

L'industria del turismo teme che a breve possano entrare nell’elenco delle aree ad alta incidenza anche la Spagna, la Grecia o la Turchia.

 
 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • I viaggiatori tedeschi rappresentano il mercato estero più importante per l’Italia e anche quest’anno costituiranno il gruppo più consistente di turisti stranieri – è quanto ha affermato il Ministero del Turismo italiano. Spendono di più nel nord-est del Veneto e si recano più di frequente in vacanza in Trentino-Alto Adige. Molto popolari per loro, come per il turismo domestico le grandi isole Sicilia e Sardegna, i laghi di Garda e di Como e la costa adriatica.
  • Secondo il settore dei viaggi tedesco finora la preoccupazione per la variante Delta non ha avuto ripercussioni sul comportamento di prenotazione dei clienti. Non si osservano a momento cancellazioni su larga scala e il desiderio di viaggiare secondo la DRV è ininterrotto. Per le vacanze estive il tour operator FTI assiste ad una domanda molto elevata, soprattutto per i viaggi a breve termine. E nemmeno DER Touristik assiste ad un aumento delle cancellazioni, con numerose prenotazioni a breve termine. Il tour operator Schauinsland-Reisen, finora non ha visto alcun effetto negativo a causa della variante Delta, a parte le più recenti cancellazioni in Portogallo, e anche Vtours rimane fondamentalmente ottimista.
  • Le compagnie aeree sono preoccupate per i possibili aumenti  dei  rimpatri che potrebbero verificarsi a causa della variante Delta e del conseguente inserimento di altri Paesi nell’elenco delle aree a rischio. 
  • ITB si svolgerà dal 9 al 13 marzo 2022 in forma ibrida. Il concept fieristico prevede tre fasi: matchmaking con programmazione anticipata su piattaforma digitale, esposizione con stand fieristici fisici o stand ibridi remoti" (presso CSG) e i digital business day, durante i quali espositori e buyer possono recuperare gli appuntamenti che non hanno potuto realizzare dal vivo. Messe Berlin intende rendere accessibile la piattaforma fieristica virtuale già da febbraio 2022 mentre mercoledì 9 marzo il quartiere fieristico di Berlino aprirà le sue porte a espositori, operatori e media. Sabato e domenica 12 e 13 marzo la fiera sarà aperta al pubblico, come in passato.
  • LUFTHANSA lancia una piattaforma di compensazione per la protezione del clima. Con la start-up climatica Squake la compagnia aerea sta sviluppando uno strumento per compensare le emissioni di CO2 e la piattaforma è rivolta alle aziende dell'intero settore dei viaggi, della mobilità e dei trasporti che, utilizzando una speciale interfaccia di programmazione, secondo Lufthansa possono ora facilmente calcolare e compensare le emissioni di CO2 dei loro servizi.

     
FONTE: BZ-COMM



Germania
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter