OVERVIEW GERMANIA

24 settembre 2020

Aggiornamenti e notizie dal mercato tedesco
Indicazioni aggiornate al 24 settembre 2020


SITUAZIONE GENERALE

Negli ultimi giorni in Germania il numero di contagi si è attestato oltre i 2.000 al giorno, segnando livelli che non erano più stati raggiunti da aprile. Il limite ritenuto critico di 50 infezioni ogni 100.000 abitanti che, se superato implica l’adozione di nuove misure di contenimento, nell’ultima settimana è stato oltrepassato in diverse regioni, tra cui quelle bavaresi di Würzburg (70,38), Kaufbeuren (61,51), Garmisch-Partenkirchen (58,78) e Kulmbach (50,11). Secondo i dati forniti dal Robert Koch Institut, la scorsa settimana anche a Monaco di Baviera si sono raggiunti i 55,6 nuovi casi, mentre nel distretto di Cloppenburg in Bassa Sassonia i nuovi contagi sono stati addirittura 61,5 ogni 100.000 abitanti.

Le previsioni per l'economia tedesca, pur essendo le peggiori degli ultimi anni, confermano come la Germania in termini economici stia superando la pandemia meglio di altre nazioni. Il Ministro dell'Economia Peter Altmaier ha annunciato infatti che il prodotto interno lordo tedesco si ridurrà del 5,8% nel 2020, laddove per le altre grandi economie del Continente le prospettive sono ben più fosche: Spagna, Italia, Gran Bretagna e probabilmente anche Francia si preparano a un valore negativo a due cifre. Secondo quanto confermato da Gabriel Felbermayr, Presidente dell'Istituto di Economia Mondiale di Kiel IfW, nel secondo trimestre 2020, il peggiore per l'economia globale dalla Seconda Guerra Mondiale, il crollo in Germania è quantificabile intorno alla metà di quello di Spagna o Regno Unito, ad esempio. 

 
 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

 

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: nuovo aumento dei contagi con superamento in alcune zone del Paese del livello critico; introduzione di misure di contenimento a livello locale.
  • SITUAZIONE TURISMO: il governo ha esteso gli avvisi di viaggio, ritenendole nuove zone a rischio, anche a Vienna, alle regioni settentrionali e meridionali olandesi Noord-Holland e Zuid-Holland, alla regione ceca di Středočeský in Boemia centrale, a Budapest, al cantone svizzero di Fribourg e a ulteriori zone in Francia, Croazia e Romania. Al rientro da queste zone vige l’obbligo di test e di quarantena in attesa del risultato. 
  • VOLI: sospensione di voli verso ulteriori aree europee considerate a rischio.
     

Le vacanze estive sono ormai terminate in tutti i Länder, per cui non è più possibile sottoporsi gratuitamente al test al ritorno da zone considerate non a rischio. I governi federali e quello statale hanno deciso di interrompere l’erogazione dei test gratuiti per non sovraccaricare il sistema sanitario e in particolare i centri di prelievo. 


Il Caravan Salon ha recentemente dimostrato che il caravaning gode di grandi consensi e che le fiere possono essere organizzate con successo anche in tempi di coronavirus. Il bilancio è assolutamente positivo: "Con i suoi oltre 100.000 visitatori il Caravan Salon ha dato un segnale importante all'intero settore fieristico. L’appuntamento più importante al mondo per il caravaning ha convinto grazie alle nuove misure igienico-sanitarie adottate", ha dichiarato con soddisfazione Erhard Wienkamp, amministratore delegato dell’ente fiera.

Ora 14 dei 27 Stati membri dell'UE sono almeno in parte considerati aree a rischio. Per la prima volta vengono dichiarate a rischio le città di Copenaghen, Lisbona e Dublino. In Francia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Croazia, Romania, Austria e Ungheria sono state aggiunte ulteriori aree.

Flash news trasporti e Tour Operator

 
  • EUROWINGS: rileverà le destinazioni Ryanair all’aeroporto di Düsseldorf. La compagnia vuole colmare il vuoto che Ryanair, ritirandosi dal più grande aeroporto del NRW, lascerà dal prossimo 24 ottobre. La controllata di LH prevede di aggiungere più di 80 destinazioni all'orario dei voli invernali e sta inoltre offrendo una copertura assicurativa Hanse Merkur inclusa sulle prenotazioni effettuate entro il 27 settembre che diverrà invece a pagamento a partire da tale data. Con questa campagna, Eurowings intende incoraggiare i voli internazionali nel periodo autunnale. "La gente desidera volare e viaggiare, ma chiede più sicurezza a causa delle attuali incertezze ", ha spiegato il CEO Jens Bischof.
  • LUFTHANSA: dal 1° ottobre il Gruppo aumenterà la sua “Distribution Cost Charge” a 19 euro dai 16 euro attuali, applicandola a tutti i biglietti emessi tramite gds per le prenotazioni con Austrian Airlines, Lufthansa, Swiss, Air Dolomiti e Brussels Airlines. Lufthansa conferma inoltre che, nonostante il prestito ricevuto di 9 miliardi di euro, almeno 150 aerei degli originali 760 non voleranno più e che verranno tagliati più dei 22.000 posti di lavoro già annunciati. Allo stesso tempo il Gruppo scommette però sulla prossima estate lanciando nel 2021 15 nuove destinazioni estive da Francoforte in Grecia, Spagna, Egitto, Cipro, Italia (Lamezia Terme), Tunisia e Bulgaria. I voli estivi 2021, acquistati fino al 31 dicembre 2020, potranno essere riprenotati gratuitamente tutte le volte che lo si desidererà. 
  • FTI: L'amministratore delegato del gruppo Ralph Schiller e il responsabile delle vendite Richard Reindl hanno annunciato che nel prossimo esercizio il fatturato minimo per raggiungere la soglia del 10% di commissione verrà abbassato da 150.000 a 125.000 euro.
  • FIT REISEN: specializzato in vacanze benessere, l’operatore non intende rinunciare a nessuno dei suoi quattro cataloghi invernali che infatti sono già disponibili nelle agenzie di viaggio. A causa delle restrizioni di viaggio internazionali, l'offerta alberghiera è stata implementata soprattutto in Germania e nei Paesi vicini. 
  • DER TOURISTIK: secondo il referente per l’area Europa Ingo Burmester nell'estate del 2021 gli operatori tenderanno a proporre tour a tariffe più economiche. 

     
     
FONTI: BZ-COMM



Germania
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter