OVERVIEW GERMANIA

13 gennaio 2022

Aggiornamenti e notizie dal mercato tedesco
Indicazioni aggiornate al 13 gennaio 2022


SITUAZIONE GENERALE

  • In Germania, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati oltre 45mila nuovi contagi, l’incidenza settimanale a livello nazionale si attesta a 387,9 casi ogni 100mila abitanti seppur con forti variazioni a livello regionale (Brema registra oltre 1300 casi e Berlino oltre 900). 
  •  Alla luce del diffondersi della nuova variante, Governo Federale e Länder hanno disposto ulteriori misure di contenimento, tra cui il limite di 10 persone per gli eventi privati e la chiusura di locali notturni e discoteche. Fermo restando l’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi e del distanziamento, l’accesso a eventi, locali, negozi, servizi alla persona, hotel e strutture sportive viene disciplinato da ciascun Land in base alla situazione specifica: alcuni applicano il sistema 2G, altri il 2G-plus. Nella fattispecie Berlino e il NRW hanno optato per il 2G-plus nella ristorazione, mentre in Sassonia dal 14 gennaio si applica la regola 2G-plus agli hotel, ma con delle deroghe all’obbligo  di fare il test per coloro che abbiano già fatto il booster, che abbiano ricevuto due dosi di vaccino o siano guariti da massimo tre mesi.
  • In Baden-Württemberg, nonostante la pressione sulle strutture ospedaliere sia leggermente calata, le autorità hanno disposto un prolungamento delle misure previste per il massimo livello di allerta (2) fino al 1° febbraio, prevedendo inoltre la chiusura di bar e ristoranti dalle 22.30 alle 6 e l’obbligo di mascherina FFP2 nei luoghi chiusi ed in particolare sui mezzi di trasporto e nei luoghi di lavoro.
  • Anche in Baviera si è deciso di estendere al 9 febbraio la validità delle disposizioni in essere, cui ora si aggiunge l’equiparazione tra doppiamente vaccinati che si siano infettati e coloro che hanno fatto il booster. Per entrambe le categorie l’accesso ai servizi per i quali si applicherebbe il 2G+ non richiederà l’effettuazione di alcun test.
  • Rispetto alle vaccinazioni, che procedono con una media di 585mila al giorno, finora sarebbe il 72,2% dei tedeschi ad aver ricevuto la seconda dose, mentre il 44,2% sarebbe vaccinato con la terza. Il 25,3% della popolazione sarebbe invece ancora non vaccinato. Nella copertura vaccinale si mantengono tuttavia forti le differenze regionali: i vaccinati con due dosi sono l’84,5% a Brema e solo il 61,4% in Sassonia. Da metà marzo verrà introdotto l’obbligo vaccinale per il personale sanitario e delle RSA, mentre quello generale è ancora al vaglio delle forze politiche. 



SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

 

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: rialzo di contagi e decessi.
  •  SITUAZIONE VIAGGI: dal 1 gennaio 2022 chiunque entri in Germania deve registrarsi sul portale www.einreiseanmeldung.de e deve disporre, prima dell'ingresso o dell'imbarco, del green pass o del risultato negativo ad un tampone antigenico (rapido) o molecolare (PCR) eseguito nelle 48 ore precedenti. Tale obbligo vale anche per i bambini a partire dai 6 anni. La documentazione può essere prodotta anche in italiano (oltre che in tedesco, inglese, francese e spagnolo). L’obbligo di quarantena di 10 giorni, riducibile a 5 giorni con esito negativo del 2° test, permane per chi non è vaccinato o guarito. Ulteriori particolari obblighi per chi abbia soggiornato nei 10 giorni precedenti in una delle aree "a rischio varianti", che sono elencate sul sito dell'RKI.
    L’Italia, che include la Germania tra i Paesi della lista “C”, in base all’ordinanza 77 del 14 dicembre, fino al 31 gennaio 2022 richiede a quanti (compresi vaccinati e guariti), di età superiore ai 12 anni, provengano da altri Paesi UE, il risultato negativo ad un test (PCR: 48 ore; antigenico: 24 ore). Le persone non vaccinate, oltre a sottoporsi a test, devono osservare una quarantena di 5 giorni all’arrivo. Informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/
  • VOLI: adeguamento dei programmi di volo in base alle nuove categorie di rischio assegnate alle singole destinazioni.

 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • AEROPORTO DI FRANCOFORTE: per via del recente aumento delle tasse aeroportuali Ryanair lascia il più grande aeroporto della Germania, chiudendo dopo cinque anni di attività la propria base il 31 marzo, come confermato dal CEO Eddie Wilson. I passeggeri coinvolti dalle cancellazioni dei voli saranno avvisati e riceveranno un rimborso.
  • DERTOUR ha aperto il nuovo anno con una promozione che permette la riprenotazione e la cancellazione gratuita. La formula flex, che normalmente costa 59 euro, ora può essere inclusa gratuitamente fino al 14 febbraio in qualsiasi prenotazione di volo, hotel, auto a noleggio etc. Con il pacchetto flex, che è valido sulle partenze fino al 31 ottobre 2022, si può cambiare o cancellare la prenotazione gratuitamente fino a 14 giorni prima della partenza senza fornire motivazioni.
  • TUI: Alexei Mordashov, che due anni fa aveva trasferito la maggior parte delle proprie azioni ai figli Nikita e Kirill con l'obiettivo di avviare un cambio generazionale, ora ne ha ricomprato le quote. L'industriale russo, con una quota del 34%, rappresenta di gran lunga il maggiore azionista di TUI.
  • DER Touristik intende puntare sul segmento alberghiero nel periodo post-pandemia. In quest’ottica il TO aveva creato una nuova ripartizione già ad inizio 2021. Considerate le circostanze, il CEO Georg Schmickler si è comunque detto "estremamente soddisfatto" dei ricavi e dell'occupazione delle strutture.

FONTE
: BZ-COMM



Germania
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter