Estero? Non è sinonimo di contagio!

22 febbraio 2021
È lo stesso RKI, massima istanza nelle questioni di sanità pubblica in Germania, a sottolinearlo: recarsi all'estero non significa diventare veicolo d’infezione. Un recente studio condotto dal noto istituto ha esaminato l'incidenza dei contagi avvenuti nei viaggi la scorsa estate e mostrato chiaramente che i sofisticati protocolli applicati dal settore turistico funzionano, sia durante il soggiorno negli hotel sia nei viaggi di gruppo, confutando così le accuse di politici e cittadini secondo cui i numeri dell’emergenza sanitaria dipenderebbero dai vacanzieri rientrati in patria. Da agosto a ottobre secondo i dati forniti dal TO FTI, ad esempio, su 60mila clienti solo 202 (lo 0,3%) si sarebbero contagiati. Anche tra i clienti di TUI l'incidenza media settimanale ogni 100mila sarebbe stata solo dello 0,54% la scorsa estate (364 casi su oltre 2,5 milioni di turisti). 

Leggi la notizia in lingua originale cliccando qui


Germania
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter