Ricerca Nel Sito
  1. Home page -
  2. T-Suite -
  3. INSIGHTS MERCATI -
  4. REPUBBLICA CECA E SLOVACCHIA -
  5. PANORAMICA GENERALE REPUBBLICA CECA E SLOVACCHIA

NOTIZIE DAL MERCATO CECO E SLOVACCO

Indicazioni aggiornate al 7 febbraio 2024

Secondo l'Ufficio statistico, la produzione industriale della Repubblica Ceca è calata lo scorso anno dello 0,4%, il peggior risultato dal 2020. Gli analisti prevedono una lenta ripresa nel 2024 con un incremento del 2%. La produzione edilizia è diminuita del 2,6%, mentre un anno prima era cresciuta del 2,6%. Invece il commercio estero ha registrato un surplus di 122,8 miliardi di corone (quasi 5 miliardi di euro) nel 2023.

Alla fine di gennaio il bilancio statale segna un deficit di 26 miliardi di corone (circa 1 miliardo di euro) contro i 6,8 miliardi di disavanzo registrati nello stesso mese dell’anno passato.

L'economia ceca si è ridotta dello 0,4% lo scorso anno dopo aver registrato una crescita del 2,4% nel 2022. Determinante, secondo gli analisti, l’effetto recessivo prodotto dall’inflazione. Negli ultimi tre mesi del 2023 il Pil è aumentato dello 0,2% su base trimestrale ed è calato dello 0,2% su base annuale.

Secondo le previsioni del Ministero delle Finanze, l'economia nazionale crescerà quest’anno dell'1,2% mentre l'inflazione media viaggerà attorno al 3,1% dopo il 10,7% registrato nel 2023. La disoccupazione si manterrà bassa e i salari reali torneranno a crescere dopo due anni.

Secondo i dati pubblicati dall'Ufficio statistico ceco, a gennaio la fiducia nell’economia è scesa di 1,3 punti su base mensile attestandosi a 92,5 punti a gennaio, dopo un aumento di tre mesi consecutivi.  Questa diminuzione si è manifestata soprattutto tra gli imprenditori, mentre ha registrato un aumento tra i consumatori dopo un significativo calo l'anno precedente.

Prima dose

75,4%

Seconda dose

74,6%

Terza dose

49,4%

 

 

Il Consiglio per la Responsabilità di bilancio slovacco stima per quest'anno un deficit leggermente superiore a quello preventivato. Il dato dovrebbe sfiorare i 7,88 miliardi di euro pari al 6,1% del prodotto interno lordo.
L'inflazione in Slovacchia continua a rallentare: a gennaio di quest'anno la crescita su base annuale dell'indice armonizzato dei prezzi al consumo è scesa al 4,3% contro il 6,6% registrato il mese precedente.

Il sentiment economico continua a migliorare. L’indice che misura la fiducia dei consumatori segna il quinto aumento mensile consecutivo superando di 8,3 punti la media di lungo periodo.

A dicembre la quota di persone in cerca di impiego è rimasta stabile al 3,88%. Si tratta del secondo dato più basso dal gennaio 2021.

Prima dose

61,0%

Seconda dose

60,1%

Terza dose

37,9%

➤ Secondo i dati del Ministero degli Affari Esteri sono stati 470mila i cechi che hanno visitato l'Italia la scorsa estate. La Penisola è stata la terza destinazione estera più popolare dopo Croazia e Grecia.

➤ Nel 2023 le vendite di biglietti aerei per viaggi d'affari sono aumentate rispetto all'anno precedente. Il portale Letuška.cz ha registrato una crescita del 20% mentre Student Agency Travel rende noto un incremento dell'8%. Le vendite di quest’ultimo operatore, tuttavia, ammontano ad appena il 42% del livello pre-pandemico.

➤ Secondo un'indagine condotta da NMS per conto di ERV European Insurance Company, nel 2023 il 36% dei vacanzieri cechi ha scelto una meta estera per le ferie estive. Nel 2022 la quota si attestava al 32%.

Secondo una ricerca condotta da ResSolution Group per MediaGuru.cz, solo un quarto dei cechi ha in programma quest’anno una vacanza invernale. Tra coloro che la stanno pianificando oltre la metà (56%) prevede di trascorrerla all’interno dei confini nazionali mentre il 43% guarda all’estero e l’8% si dichiara indeciso sulla località. In media gli intervistati che progettano una vacanza ipotizzano un soggiorno complessivo di 7 giorni. Tra coloro che intendono andare all’estero, la maggior parte sceglie una destinazione di montagna. Il 44% pensa a una vacanza attiva/sportiva.

Hotel per soli adulti e vacanze in camper sono due trend emergenti tra i viaggiatori cechi. Cresce infatti l’interesse dei vacanzieri – soprattutto coppie e turisti in cerca di tranquillità nella fascia over 40 - per gli hotel che accettano esclusivamente ospiti di età superiore a 15 o addirittura 18 anni. Il crescente successo delle vacanze invernali in camper è favorito dai bassi prezzi di noleggio registrati tra novembre e marzo.

✉  AGENZIE DI VIAGGIO: alla fine dello scorso anno, nella Repubblica Ceca operavano 593 agenzie di viaggio, 18 in più rispetto al 2022. Nel 2019 il numero degli operatori raggiungeva quota 855.

✉  TOUR OPERATOR (Ceske kormidlo, Adventura, Alexandria, Invia CZ, Nev-Dama, CK Alpina e Čedok): promuovono diverse destinazioni sciistiche, alcune delle quali in Italia.  

AEROPORTO DI PRAGA-RUZYNĚ: Lo scorso anno dall'aeroporto di Praga sono passati 13,8 milioni di passeggeri, con un aumento del 29% su base annuale. Le destinazioni più popolari sono state Regno Unito, Italia, Spagna, Turchia e Francia. Il dato equivale al 78% del totale registrato nel 2019 ed è quindi tuttora inferiore ai livelli pre Covid. Quest’anno lo scalo prevede di gestire 15,5 milioni di passeggeri e di includere più di 170 destinazioni nella sua offerta.

AEROPORTO DI OSTRAVA: nel 2023 lo scalo ha gestito 342.932 passeggeri con un aumento del 20% rispetto all'anno precedente.

VOLOTEA: a marzo, la compagnia inizierà a volare da Praga a Firenze e Verona.

RYANAIR: collega Praga con Bergamo Orio al Serio 13 volte a settimana. Cinque i voli settimanali per Venezia Marco Polo, due, a partire da marzo, quelli per Bologna

EASYJET: unisce Praga a Milano Malpensa 16 volte a settimana.

✈ WIZZAIR: vola da Praga a Milano Malpensa 7 volte a settimana e a Venezia Marco Polo 2 volte a settimana.

✈ EUROWINGS: vola ogni settimana da Praga 3 volte su Bergamo Orio al Serio e 2 volte su Bologna. 

✈ ALTRI TRASPORTI: le compagnie RegioJet (treni e autobus) e Flixbus offrono viaggi dalla Repubblica Ceca all’Italia

FONTE: Travel Advance