Arrivare in Trentino:
info utili

Cosa devono fare i tuoi ospiti per raggiungere il Trentino
A seguito dell'ordinanza del Ministero della Salute del 14 maggio, fino al 30 luglio 2021, per l'ingresso/rientro in Italia è obbligatorio:


  • dai paesi dell'ELENCO C, presentare la certificazione da cui risulti di essersi sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone, nelle 48 ore antecedenti all'ingresso nel territorio italiano (anche per chi si è già sottoposto a ciclo di vaccinazione o presenta certificato di guarigione)

In caso di mancata presentazione della certificazione recante il risultato negativo del tampone, verrà richiesto di svolgere un periodo di isolamento sanitario di 10 giorni presso l’indirizzo indicato nel modulo di localizzazione digitale, al termine del quale sarà necessario un ulteriore tampone.


  • dai paesi dell'ELENCO D e dell'ELENCO E,
    • presentare la certificazione che attesti di essersi sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone, nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio italiano (anche per chi si è già sottoposto a ciclo di vaccinazione o presenta certificato di guarigione)
    • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato
    • sottoporsi a periodo di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario di 10 giorni, al termine del quale è richiesto un nuovo test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone

  • comunicare l'avvenuto ingresso in Italia al Dipartimento di Prevenzione della APSS di Trento inviando un'email al seguente indirizzo segreteria.uoisp@apss.tn.it e allegando:
  1. modulo "Comunicazione di ingresso in Italia dall'estero" (modulo editabile in italiano, tedesco e inglese)
  2. copia del documento d'identità 

NB: L'invio della documentazione può essere fatto anche da un'unica persona (anche soggetto "terzo") per conto di tutti i partecipanti al viaggio (ad es. dal Tour Operator, dal capo famiglia, ecc...).



È attualmente in vigore il divieto di ingresso in Italia da Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka fino al 21 giugno, con limitate eccezioni.

Per la provenienza da altri paesi si rimanda alle disposizioni riportate nel sito del Ministero della Salute (previsto ingresso con quarantena, o non ammesso).

Per avere informazioni di carattere tecnico-sanitario sul virus Sars-Cov-2, questo è il numero verde Coronavirus800 867 388 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00, esclusi festivi)

Modulo di localizzazione digitale (dPLF): cos'è e come funziona

A partire dal 24 maggio 2021, a tutte le persone in arrivo in Italia da qualsiasi Paese (esclusi San Marino e Vaticano), attraverso qualsiasi mezzo di trasporto, sarà richiesto di compilare il modulo di localizzazione del passeggero (Digital Passenger Locator Form - dPLF), in sostituzione dell’autodichiarazione cartacea, seguendo le istruzioni di seguito riportate:


  • collegarsi al sito: https://app.euplf.eu/#/
  • seguire la procedura guidata per accedere al dPLF
  • scegliere “Italia” come Paese di destinazione
  • registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • confermare l’account tramite il link arrivato all’indirizzo email indicato (è necessario farlo solo la prima volta)
  • compilare ed inviare il dPLF seguendo la procedura guidata

 

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà - all'indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione - il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco. In alternativa, il passeggero potrà stampare una copia del dPLF da mostrare all’imbarco.

È necessario compilare un modulo per ciascun passeggero adulto; in caso di presenza di minori quest’ultimi potranno essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In caso di minori non accompagnati, il dPLF dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza.


Fonte: ASAT
Procedura compilazione dPLF - in inglese
Green pass nazionale:
come richiederlo, come ottenerlo e a cosa dà diritto

Che cos'è il "green pass"?

Con decreto legge (n° 52) del 21 aprile è stata istituita la «certificazione verde», detta anche «green pass», per partecipare a determinati eventi o per spostarsi in Europa - in attesa del «Digital green certificate» europeo - o tra regioni di colore rosso o arancione.


Sono considerati «green pass»:

  • il certificato vaccinale
  • il referto di un tampone antigenico rapido o molecolare negativo effettuato al massimo 48 ore prima
  • il referto che certifica la fine dell’infezione da Sars-Cov-2 e quindi la guarigione

Sono validi sia in versione digitale che cartacea.

 

Chi lo può avere?

Ha diritto al «green pass»:

  • chi è stato vaccinato con una o due dosi
  • chi è risultato negativo ad un tampone molecolare o un antigenico rapido effettuato entro le 48 ore
  • chi è guarito dall’infezione da Sars-Cov-2 e, a seguito di tampone negativo, è uscito dall’isolamento

 

Dove si richiede?

  • In caso di vaccinazione, la rilascia, in formato digitale o cartaceo, la struttura sanitaria o l’autorità sanitaria locale dove è stata effettuata l’inoculazione.
  • Se guariti dal Covid, sarà il medico di medicina generale a certificare la guarigione, oppure la struttura dove si è stati curati.
  • Nel caso di certificazione per tampone negativo (molecolare o antigenico), viene rilasciata dal laboratorio dove è stato effettuato.

 

A cosa dà diritto?

Il «green pass» autorizza a spostarsi tra regioni di colore rosso o arancione, a partecipare a determinati eventi (quali concerti o spettacoli all’aperto), cerimonie civili e religiose, fiere, convegni e congressi. Tra le ipotesi di un suo utilizzo, anche per l’ingresso in sale giochi, bingo e casinò - che riapriranno dal primo luglio - e le discoteche.

 

Quanto dura?

La durata della certificazione verde dipende dal tipo di certificato che viene presentato.

  • Nel caso di certificato vaccinale la durata è di 9 mesi, ma può essere rilasciato già dopo la prima dose e avere validità dal 15° giorno successivo fino alla data del richiamo.
  • Il certificato di avvenuta guarigione dal Covid dura 6 mesi dalla data di fine isolamento.
  • Il referto del tampone negativo, molecolare o antigenico, vale solo 48 ore dal prelievo.

 

Quando entra in vigore?

Tutte le certificazioni sono già valide come «green pass»

È valido all'estero?

Il «green pass» italiano è valido solo per spostarsi in Italia. Al momento può essere utilizzato anche per andare in Europa, in attesa dell’introduzione del «Digital green certificate», ma è valido solo nei Paesi che lo accettano. Quindi per viaggiare in Europa e nel resto del mondo, prima di partire è necessario informarsi sulla documentazione richiesta da ogni singolo Stato.

 

Cos'è il "Digital green certificate"?

È il «green pass» europeo che entrerà in vigore il prossimo giugno dopo la definizione di dati e regole comuni a tutti i 27 Paesi dell’Unione. Avrà le stesse caratteristiche della certificazione verde italiana — quindi certificato di vaccinazione, o tampone negativo o certificato di guarigione — ma avrà un «QR code» associato ad un codice identificativo univoco a livello nazionale e leggibile da tutti gli Stati Ue. Servirà per muoversi liberamente tra gli Stati senza incorrere in quarantene o sottoporsi ad ulteriori test.

 

Fonte: Corriere.it
Covid Test Centre: punti prelievo tamponi

Ecco l'elenco, in costante aggiornamento, delle Farmacie convenzionate con il servizio sanitario provinciale che effettuano tamponi rapidi (antigenici), sia su prescrizione medica a carico del Servizio Sanitario provinciale, sia come prestazione per tutti i cittadini o i turisti che necessitano dell'esito del test per motivi di lavoro, viaggio, ecc.


Il prezzo massimo al pubblico è di € 22,00 per ogni tampone eseguito.


Vai all'elenco delle farmacie convenzionate


NEW: sono inoltre disponibili due ulteriori punti prelievo che effettuano tamponi rapidi anche nel fine settimana nelle località di:


  • Levico Terme - PalaLevico, viale Lido, 4
    • venerdì 14.00 - 18.00
    • sabato e domenica 9.00 - 13.00

  • Riva del Garda - Palafiere Baltera, Loc. Baltera
    • sabato, domenica e lunedì 9.00 - 13.00

Per informazioni e prenotazioni presso questi punti, contattare l'indirizzo email: covidtest@seaconsulenze.it oppure i recapiti telefonici:
Trento: 345/9754795 o 0461/433480 
Levico: 342/1244617 
Riva del Garda: 335/1817368


Per ulteriori info e dettagli, leggi la news ASAT

Info utili per il rientro al Paese di origine
Per informare i tuoi ospiti stranieri delle procedure che dovranno seguire al momento del ritorno a casa, cliccando sul link qui sotto potrai visualizzare un documento riassuntivo nel quale sono rappresentate, in forma sintetica e tabellare, le principali informazioni rispetto alle direttive di viaggio in vigore nei vari paesi di interesse, oltre alle informazioni relative a situazione epidemiologica e vaccinazioni.
La tabella viene costantemente aggiornata man mano che le notizie dall’estero vengono elaborate.

DETTAGLIO SITUAZIONE PAESI
Scopri come tenere aggiornati i tuoi ospiti
Ricordati di informare tempestivamente i tuoi ospiti.
Puoi farlo scaricando gratuitamente il widget Vacanze Sicure da utilizzare sul sito web della tua struttura, rendendo così prontamente disponibili tutte le informazioni utili e sempre aggiornate sulla situazione attuale. Per saperne di più, clicca qui.
Iscriviti alla newsletter