Arrivare in Trentino:
info utili

Cosa devono fare i tuoi ospiti per raggiungere il Trentino
A seguito dell'ordinanza del Ministero della Salute, fino al 25 ottobre 2021, per l'ingresso/rientro in Italia è obbligatorio:

> Da Stato della Città del Vaticano e Repubblica di San Marino (Elenco A)

Non è prevista alcuna limitazione né l'obbligo di compilazione del dPLF (modulo di localizzazione digitale). Le certificazioni di vaccinazione e/o avvenuta guarigione emesse dalle rispettive autorità sanitarie competenti sono, a tutti gli effetti, equivalenti a quelle italiane e quindi possono essere usate, qualora necessario, sul territorio italiano.



> Dai paesi dell'ELENCO C 

  1. presentare la certificazione verde COVID-19 (EU Digital COVID Certificateda cui risulti
    • che si è completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, oppure
    • che si è guariti dal COVID da non più di 6 mesi, oppure
    • di essersi sottoposti a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone, nelle 48 ore antecedenti all'ingresso nel territorio italiano (i minori sotto i 6 anni sono esentati dall'effettuare il tampone)

  2.  compilare online il MODULO DI LOCALIZZAZIONE DIGITALE (PLF - "passenger location form") 

Gli spostamenti da e per questi Paesi possono avvenire liberamente per qualsiasi motivazione, quindi anche per turismo, a patto che non si abbia soggiornato o transitato in uno dei Paesi in elenco D e/o E nei 14 giorni prima dell'ingresso in Italia.

I certificati rilasciati dai Paesi di provenienza sono equiparabili al Green pass Europeo per i vaccini approvati dall'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA).

In caso di mancata presentazione dei documenti richiesti, è fatto obbligo di sottoporsi ad un periodo di isolamento fiduciario di 5 giorni presso l'indirizzo indicato nel dPLF e di effettuare un tampone molecolare o antigenico alla fine di tale periodo.


> Dai paesi dell'ELENCO D (compreso Regno Unito e Irlanda del Nord)

  1. presentare la certificazione verde COVID-19 o certificato equivalente che attesti l'avvenuta vaccinazione con vaccino validato dall'EMA

  2. presentare la certificazione che attesti di essersi sottoporsi a test molecolare o antigenico, effettuato a mezzo di tampone, nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio italiano (anche per chi si è già sottoposto a ciclo di vaccinazione o presenta certificato di guarigione). Nel caso di ingressi da Regno Unito e Irlanda del Nord e dalle isole, il termine è ridotto a 48 ore dall'ingresso in Italia.

  3. compilare online il MODULO DI LOCALIZZAZIONE DIGITALE

In caso di mancata presentazione dei documenti richiesti, è fatto obbligo di sottoporsi ad un periodo di isolamento fiduciario di 5 giorni presso l'indirizzo indicato nel dPLF e di effettuare un tampone molecolare o antigenico alla fine di tale periodo.



> Dai paesi dell'ELENCO E

L'ingresso in Italia da questi Paesi non necessita di alcuna autorizzazione da parte del Ministero della Salute, ma è consentito solo per specifici motivi tra i quali sono esclusi gli spostamenti per turismo.

E' attualmente in vigore il divieto di ingresso in Italia da Brasile, India, Bangladesh e Sri Lanka fino al 25 ottobre, con limitate eccezioni.

Per ulteriori informazioni si rimanda alle disposizioni riportate nel sito del Ministero della Salute 

Per avere informazioni di carattere tecnico-sanitario sul virus Sars-Cov-2, questo è il numero verde Coronavirus800 867 388 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 18.00, esclusi festivi)

Modulo di localizzazione digitale (dPLF): cos'è e come funziona

A partire dal 24 maggio 2021, a tutte le persone in arrivo in Italia da qualsiasi Paese (esclusi San Marino e Vaticano), attraverso qualsiasi mezzo di trasporto, sarà richiesto di compilare il modulo di localizzazione del passeggero (Digital Passenger Locator Form - dPLF), in sostituzione dell’autodichiarazione cartacea, seguendo le istruzioni di seguito riportate:


  • collegarsi al sito: https://app.euplf.eu/#/
  • seguire la procedura guidata per accedere al dPLF
  • scegliere “Italia” come Paese di destinazione
  • registrarsi al sito creando un account personale con user e password (è necessario farlo solo la prima volta)
  • confermare l’account tramite il link arrivato all’indirizzo email indicato (è necessario farlo solo la prima volta)
  • compilare ed inviare il dPLF seguendo la procedura guidata

 

Una volta inviato il modulo, il passeggero riceverà - all'indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione - il dPLF in formato pdf e QRcode che dovrà mostrare direttamente dal suo smartphone (in formato digitale) al momento dell’imbarco. In alternativa, il passeggero potrà stampare una copia del dPLF da mostrare all’imbarco.

È necessario compilare un modulo per ciascun passeggero adulto; in caso di presenza di minori quest’ultimi potranno essere registrati nel modulo dell’adulto accompagnatore. In caso di minori non accompagnati, il dPLF dovrà essere compilato dal tutore prima della partenza.


Fonte: ASAT
Procedura compilazione dPLF - in inglese
Certificazione verde Covid-19:
come richiederla, come ottenerla, a cosa dà diritto e gli obblighi per le strutture ricettive

Che cos'è la "Certificazione verde COVID-19"?

La Certificazione verde COVID-19 - EU digital COVID certificate nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell'Unione europea durante la pandemia di COVID-19.

È una certificazione sia digitale che cartacea, che contiene un QR Code. In Italia, viene emessa soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

La Certificazione attesta una delle seguenti condizioni:

  • aver fatto la vaccinazione anti COVID-19
  • essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore
  • essere guariti dal COVID-19 negli ultimi sei mesi

 


Chi lo può avere?

Ha diritto alla Certificazione:

  • chi è stato vaccinato con una o due dosi
  • chi è risultato negativo ad un tampone molecolare o un antigenico rapido effettuato entro le 48 ore
  • chi è guarito dall’infezione da Sars-Cov-2 e, a seguito di tampone negativo, è uscito dall’isolamento

 


Come si ottiene?

Acquisire la Certificazione verde COVID-19 è semplice. Sono stati previsti più canali, con o senza identità digitale, in piena autonomia o con un aiuto.

La Certificazione verde COVID-19, in Europa “EU Digital COVID Certificate”, è rilasciata in Italia dal Ministero della Salute in formato digitale e stampabile.

  • Tramite apposito sito web
  • Tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico
  • Tramite l'App Immuni o l'App IO
  • Con l’aiuto di medici di medicina generale, pediatri di libera scelta, farmacie 

 


Quando è richiesta?

La Certificazione verde COVID-19 può essere richiesta nel nostro Paese per spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

Dal 1 settembre è richiesta, a tutte le persone dai 12 anni in su, per poter accedere alle seguenti attività o servizi:

  • Servizi per la ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo al chiuso. Non è richiesta per la consumazione all'aperto o al bancone (per gli ospiti delle strutture ricettive si veda il chiarimento pubblicato sul sito del Governo riportato di seguito)
  • Spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive.
  • Musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre.
  • Piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso.
  • Centri termali, parchi tematici e di divertimento
  • Sagre e fiere, convegni e congressi
  • Centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione
  • Attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò
  • Voli nazionali (anche con una sola dose di vaccino) - per i voli internazionali era già richiesta dal 1° luglio (ma con vaccinazione completa da almeno 14 giorni)
  • Treni Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità (cioè tutte le Frecce di Trenitalia e Italo). Non è richiesta per i treni regionali, anche nel caso in cui effettuino servizio tra regioni diverse
  • Pullman che svolgono servizio in modo continuativo o periodico su tratte che collegano regioni diverse; sono esclusi invece gli autobus che effettuano trasporto pubblico locale o regionale.
  • Autobus o altri mezzi adibiti a servizi di noleggio con conducente.


Chiarimento governativo per gli ospiti delle strutture  ricettive

Sono un cliente di un albergo: posso accedere ai servizi di ristorazione riservati ai clienti dell’albergo, anche se non ho certificazione verde COVID-19?

Sì, i clienti di una struttura ricettiva possono accedere ai servizi di ristorazione offerti dalla struttura esclusivamente per la propria clientela, anche in caso di consumo al tavolo in un locale al chiuso, senza mostrare una certificazione verde COVID-19.
Nelle strutture ricettive, infatti, l’accesso è riservato a chi è in possesso di una certificazione verde COVID-19 solo per quanto riguarda le attività al chiuso di piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra e centri benessere, per i quali l’articolo 9-bis del decreto-legge n. 52 del 2021 specifica che l’obbligo si applica “anche all’interno di strutture ricettive”.
Nel caso in cui, invece, i servizi di ristorazione della struttura ricettiva siano aperti anche a clienti che non alloggiano nella struttural’accesso sarà riservato soltanto a chi, cliente della struttura o cliente esterno, è in possesso di una certificazione verde COVID-19, in caso di consumo al tavolo al chiuso
.

Dal 1 luglio la Certificazione verde COVID-19 è valida come EU digital COVID e consente di viaggiare in modo più semplice da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen.

 


Quanto dura?

La durata della certificazione verde dipende dal tipo di certificato che viene presentato.

  • Nel caso di certificato vaccinale la durata è di 12 mesi, ma può essere rilasciato già dopo la prima dose e avere validità dal 15° giorno successivo fino alla data del richiamo.
  • Il certificato di avvenuta guarigione dal Covid dura 6 mesi dalla data di fine isolamento.
  • Il referto del tampone negativo, molecolare o antigenico, vale solo 48 ore dal prelievo.

 


È valido all'estero?

Dal 1° luglio, il green pass europeo è valido nei Paesi dello spazio Schengen, con le seguenti modalità:


  • QR code che conferma l’avvenuta vaccinazione (ciclo completo) o guarigione o il tampone negativo;
  • nome e cognome e data di nascita;
  • durata della certificazione: 9 mesi dal giorno della vaccinazione, sei mesi dalla guarigione e 48 ore dall’avvenuto tampone.

Il Regolamento europeo sulla Certificazione verde COVID-19 - EU digital COVID certificate, approvato il 9 giugno 2021 dal Parlamento europeo, prevede che gli Stati dell’Ue non possano imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai titolari di certificati - come quarantena, autoisolamento o test - a meno che “non siano necessarie e proporzionate per salvaguardare la salute pubblica”.

La Commissione europea ha creato una piattaforma tecnica comune (gateway), attiva dal 1 giugno 2021, per garantire che i certificati emessi dagli Stati europei possano essere verificati in tutta l'UE.

La Certificazione resterà in vigore per un anno a partire dal 1 luglio 2021.

 


Come devono comportarsi i gestori delle strutture ricettive in merito al green pass?

I gestori delle strutture ricettive sono obbligati a verificare il possesso del green pass? Un ospite senza il green pass può essere ospitato? Se il soggiorno è superiore alle 48 ore, l'ospite senza green pass deve ripeterlo? Quale certificazione deve esibire chi proviene da un Paese extra - Ue?

Qui di seguito forniamo le risposte alle domande più frequenti sul green pass, messe a disposizione da Federalberghi. Leggi le FAQ.


Covid Test Centre: punti prelievo tamponi

Di seguito l'elenco, in costante aggiornamento, dei Covid Test Centres – Farmacie e centri che effettuano tamponi antigenici /rapidi o molecolari (suddivisi per ambito). Prestano il servizio sia per coloro che necessitano dell’esito del test per motivi di lavoro, viaggio, certificazione verde Covid-19, ecc., sia su prescrizione medica a carico del Servizio Sanitario provinciale.

Qui trovi il documento consultabile online (aggiornato quotidianamente).

Qui invece puoi scaricare il file PDF(aggiornato settimanalmente).


*Il prezzi indicati sono aggiornati al 24 settembre e potrebbero variare in base a nuovi accordi governativi.

Vaccino: prenotazioni per turisti, lavoratori stagionali e studenti

I turisti, gli studenti e i lavoratori stagionali non residenti che desiderano fare il vaccino in Trentino, possono prenotare sul Cup online (Centro Unico Prenotazioni del Trentino):


  • il ciclo vaccinale completo (per studenti, lavoratori stagionali e turisti dai 18 anni in su che si fermano in Trentino per almeno tre/quattro settimane)

  • soltanto la seconda dose (per coloro che hanno già ricevuto la 1° dose in altra regione e alloggiano in Trentino per più di 14 gg) 

 

La possibilità di prenotare l'intero ciclo vaccinale o la seconda dose è già stata resa operativa sul CUP on line.

Info utili per il rientro al Paese di origine
Per informare i tuoi ospiti stranieri delle procedure che dovranno seguire al momento del ritorno a casa, cliccando sul link qui sotto potrai visualizzare un documento riassuntivo nel quale sono rappresentate, in forma sintetica e tabellare, le principali informazioni rispetto alle direttive di viaggio in vigore nei vari paesi di interesse, oltre alle informazioni relative a situazione epidemiologica e vaccinazioni.
La tabella viene costantemente aggiornata man mano che le notizie dall’estero vengono elaborate.

DETTAGLIO SITUAZIONE PAESI
Scopri come tenere aggiornati i tuoi ospiti
Ricordati di informare tempestivamente i tuoi ospiti.
Puoi farlo scaricando gratuitamente il widget Vacanze Sicure da utilizzare sul sito web della tua struttura, rendendo così prontamente disponibili tutte le informazioni utili e sempre aggiornate sulla situazione attuale. Per saperne di più, clicca qui.
Iscriviti alla newsletter