La Società Catullo traccia un primo consuntivo della stagione estiva

23 ottobre 2020
A chiusura della stagione estiva, che in ambito aeroportuale va da fine marzo a fine ottobre, la Società Catullo traccia un primo consuntivo sull’andamento del traffico, che è stato fortemente condizionato dalla crisi che ha colpito il settore del trasporto aereo, registrando comunque un andamento  migliore rispetto alla media nazionale.

Considerando che lo scalo è rimasto chiuso dal 13 marzo al 16 giugno, il periodo preso in considerazione, che permette un raffronto con la media nazionale, è giugno – agosto 2020. In questa fase, i passeggeri gestiti dallo scalo sono stati complessivamente 340.088, in flessione del 75% rispetto allo stesso periodo del 2019, due punti in percentuale in meno rispetto alla media nazionale che ha avuto un decremento del -77%.

Successivamente al lockdown, 21 compagnie aeree sono progressivamente tornate ad operare sul Catullo, circa la metà rispetto ai periodi di normalità, servendo 15 Paesi e 49 destinazioni, a dimostrazione della dinamicità e vitalità del territorio veronese che ha saputo manifestarsi anche nel generale contesto di stallo.  


Leggi il comunicato stampa cliccando qui
Aeroporti e networks
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter