OVERVIEW RUSSIA

3 agosto 2020
Aggiornamenti e notizie dal mercato russo
Indicazioni aggiornate al 3 agosto 2020

SITUAZIONE GENERALE

La situazione epidemiologica in Russia, dove i casi confermati di infezione da coronavirus hanno superato le 839.000 unità, si è stabilizzata grazie alla costante diminuzione del numero di nuovi contagi. Ad inizio settembre i festeggiamenti per il City Day di Mosca potrebbero tuttavia venir rinviati a causa della minaccia costituita dal virus. La città ha superato il picco ed è al livello più basso in termini di incidenza, ma è improbabile che le cifre scendano al di sotto dei dati attuali, ha ammonito il sindaco Sergei Sobyanin.

Tutti i negozi e i servizi pubblici hanno nel frattempo riaperto ed anche i cinema riapriranno a Mosca dal 1° agosto. Mascherine e distanziamento sociale rimangono obbligatori all'interno di negozi, luoghi pubblici e trasporti. Sono riaperte oltre la metà delle spiagge russe, che secondo Rospotrebnadzor sarebbero per il 72% conformi ai requisiti sanitari.

La maggior parte delle aziende russe ha riaperto i propri uffici dopo il lockdown ma il 20% potrebbe non riaprire mai più in seguito alla pandemia. I redditi reali disponibili nel secondo trimestre del 2020 sono diminuiti dell'8% su base annua e del 3,7% nella prima metà di quest'anno. A Mosca il settore retail ha registrato una ripresa, con un fatturato in crescita del 18,2% la scorsa settimana rispetto alla fine di marzo, quando era iniziato il blocco.

La Russia ha annunciato il successo del test condotto sul vaccino contro il Covid-19 e l’intenzione di avviarne la produzione di massa. Il vaccino si basa su un prodotto del 2015 sviluppato per l'ebola e successivamente modificato per il virus MERS
.


SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO



  • POST-LOCKDOWN: Il settore turistico è molto soddisfatto delle notizie a lungo attese sulla ripresa dei voli; i leader del mercato si concentrano sul turismo interno o su destinazioni classiche come la Turchia.
  • VOLI: Il 24 luglio il Primo Ministro Mishustin ha annunciato la ripresa a partire dal 1° agosto dei voli internazionali da Mosca, San Pietroburgo e Rostov sul Don per la Turchia, il Regno Unito e la Tanzania con voli per Ankara, Istanbul, Londra e Zanzibar. Secondo il Ministro dei Trasporti, il governo russo sarebbe in trattative con altri 30 Paesi per ulteriori corridoi aerei. Al momento non è ancora prevista la riapertura dei collegamenti con l'UE, che aggiornerà la lista dei Paesi sicuri il 3 agosto. A partire da tale data le compagnie aeree richiederanno almeno una settimana di tempo per prepararsi e i voli potranno ripartire quindi solo dopo il 10 agosto nel migliore dei casi.
  • SITUAZIONE TURISMO: L'aggiornamento UE del 17 luglio non ha incluso la Russia nella lista dei Paesi sicuri, per cui i tour operator sono in attesa del prossimo aggiornamento del 3 agosto. I cittadini russi possono visitare l'Italia solo per comprovate esigenze di lavoro, motivi di salute o di studio.
 
Rospotrebnadzor, l’Agenzia Federale per la supervisione e il controllo del benessere e dei diritti dei consumatori e la protezione dei cittadini, ha annunciato che non sarà imposta la quarantena ai cittadini di ritorno dalla Turchia, dal Regno Unito e dalla Tanzania, bensì richiesto loro il risultato del test entro 3 giorni dal ritorno in Russia.


Il settore turistico è molto soddisfatto delle notizie a lungo attese sulla ripresa dei voli, tra cui quelli per la Turchia, che è la destinazione di svago per eccellenza per i turisti russi. Il tutto dovrebbe aiutare la ripresa dell'intero comparto

I viaggi d'affari si stanno lentamente riprendendo. Per quanto riguarda quelli internazionali, le destinazioni più frequentemente prenotate a giugno sono state Francoforte, Praga, Parigi, Roma e Vienna. Il 44% dei biglietti è stato acquistato non prima di 3 giorni dalla partenza e il 33% da 4 a 7 giorni prima della partenza.

Secondo una ricerca condotta dal portale tutu.ru nella seconda settimana di luglio su un campione di 2753 intervistati, il 27% dei russi non esiterebbe ad andare all'estero appena possibile, ma il 40% non potrebbe permetterselo. Il 21% preferirebbe fare una vacanza nel proprio Paese e considererebbe un viaggio all’estero costoso, il 9% sarebbe preoccupato per le complicate procedure di visto o non avrebbe un passaporto internazionale.

  

Flash news trasporti e Tour Operator

  • Secondo l’Agenzia Federale del Trasporto Aereo Rosaviation, a giugno il flusso di passeggeri è aumentato di tre volte rispetto a maggio. Biletix registra un incremento del 6% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso sui viaggi nazionali dall'inizio dell'estate, mentre i prezzi sono in media inferiori del 15%. I voli della compagnia Aeroflot per Milano saranno disponibili dall'8 agosto e per Verona dal 16 settembre.
  • Secondo la banca VTB, da quando è stata annunciata la ripresa dei voli internazionali, i russi hanno speso più del 40% in più nelle agenzie di viaggio rispetto al finesettimana precedente di luglio. Il volume di spesa durante il finesettimana avrebbe superato i 2,1 milioni di dollari. Agosto è per tradizione alta stagione, una crescita del 40% non può che essere solo il "punto di partenza" per le vendite dei tour operator che dovrebbero crescere in modo significativo. I tour operator sono cauti sulle previsioni relative ai viaggi in Europa e si concentrano principalmente sui viaggi nazionali oppure sulla Turchia che è in cima all'agenda di leader del mercato quali Pegas Touristic, Anex Tour, TUI e Intourist. 
  • I tour operator che offrono destinazioni invernali hanno aggiornato le proprie offerte per la stagione invernale 2020/2021 in Italia, Austria, Svizzera, Francia e Andorra. Alcune richieste per l'inverno sono già in arrivo e si è notato un aumento della popolarità degli appartamenti di lusso rispetto all'anno scorso.
  • Soleans: non ha ancora richieste per l'inverno, ma sta negoziando gli allotment con i propri hotel partner. Sul sito web offre principalmente programmi di salute e benessere ad Abano Terme e in Slovenia per il periodo fine agosto - novembre. In Italia è inoltre presente in Val di Fiemme, a Madonna di Campiglio e in altre valli del Trentino.
  • Aspera Explorations: come tutte le altre agenzie, attualmente sta vendendo perlopiù tour in Russia. Considerato il proprio target di alto livello che però predilige le vacanze all'estero, sta cercando anche di organizzare dei tour in Europa tenendo conto delle attuali limitazioni. Ad esempio ha incluso dei viaggi a scopi curativi in Germania, Austria e Svizzera, che al momento sono molto popolari, in quanto nella maggior parte dei Paesi europei è permesso l'ingresso per motivi di salute. Ha iniziato a ricevere richieste anche per la stagione invernale ed è interessata a ricevere offerte da strutture di lusso.
  • Ever Best: l’agenzia, i cui collaboratori continuano a lavorare da casa, si sta concentrando sulla riprogrammazione dei tour precedentemente prenotati per la seconda o addirittura terza volta dopo la pandemia. Sta registrando ancora poche richieste per la stagione invernale che si attende arrivino in ottobre.



Flash news UCRAINA, KAZAKHISTAN, AZERBAIGIAN e BIELORUSSIA

Sono oltre mille i nuovi casi di Covid-19 registrati in Ucraina nelle ultime 24 ore, leggermente meno rispetto al record di 1.197 nuovi contagi in un giorno annunciato ieri. Il totale dei casi accertati dall’inizio dell’epidemia sale così a 69.884. Le vittime del virus Sars-Cov-2 nella repubblica ex sovietica sono ufficialmente 1.693, di cui 20 decedute nel corso dell’ultima giornata, ha riferito al Kyiv Post il Ministro della Salute ucraino Maksim Stepanov.  Ai turisti ucraini sono state riaperte le frontiere di cinque Paesi: Bulgaria, Croazia, Egitto, Montenegro e Turchia. Bulgaria e Croazia richiedono un test PCR negativo per il covid19 eseguito fino a 48 ore prima dell'arrivo. E’ possibile effettuare i prelievi agli aeroporti di Kiev, Lviv e Odessa. I viaggi interni sono ripresi già il 5 giugno, invece quelli internazionali verso destinazioni ritenute sicure dal 15 giugno.

Air Astana aveva ripreso le operazioni dal Kazakistan verso Istanbul, Antalya e Seoul che sono poi state cancellate dalle autorità turche a causa dell’obbligo di quarantena introdotto dal Kazakistan a inizio luglio. L’ingresso in Turchia per i kazaki è quindi temporaneamente sospeso con la cancellazione dei voli da/per Antalya dal 20 luglio al 7 agosto e di quelli da Istanbul a Atyrau/Nur-Sultan dal 20 luglio al 10 agosto.


 

FONTE: TMI Consultancy

Iscriviti alla newsletter