OVERVIEW RUSSIA

18 GENNAIO 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato russo
Indicazioni aggiornate al 18 gennaio 2021


SITUAZIONE GENERALE

In Russia, dove il numero dei nuovi contagi da inizio anno è in graduale diminuzione, il 18 gennaio sono stati registrati 22.857 nuovi casi, con un calo su base settimanale dell'8%, confermato dalla situazione di Mosca. A San Pietroburgo invece il numero di infezioni resta in crescita, con 3.287 nuovi casi registrati, che corrispondono al 14% dei casi registrati in tutto il Paese. 

A dicembre è iniziata la vaccinazione di massa: inizialmente si è data priorità a operatori sanitari, insegnanti, assistenti sociali e ad altre categorie considerate a rischio, ma dalla fine del mese è stata avviata anche la somministrazione agli over 65. Fino a marzo verrà somministrato il vaccino Sputnik V, affiancandolo progressivamente al farmaco creato dal Centro di Ricerca Vector EpiVacCorona, nonché da aprile probabilmente anche al vaccino del Centro Chumakov KoviVak. Secondo le previsioni verranno vaccinate circa 20 milioni di persone durante il primo trimestre 2021 per poi raggiungere i 68,6 milioni di vaccinati (ovvero il 60% della popolazione) entro fine anno, come ha annunciato il Viceministro della Salute Tatiana Golikova. 


Sul fronte economico il Paese sembra aver resistito al primo anno della crisi innescata dalla pandemia meglio di gran parte dei protagonisti mondiali e secondo le stime dovrebbe raggiungere nuovamente valori pre-crisi entro fine 2022, con un tasso di crescita che si attesterà intorno al 2,8% nel 2021 e al 2,2% nel 2022. Diversi fattori hanno tuttavia determinato un grave indebolimento del rublo nei confronti delle principali valute: rispetto al dollaro ha perso il 20% e rispetto all'euro il 32%. Anche l'inflazione nel 2020 è salita, raggiungendo il 4,9% (contro il 3% del 2019), ma si prevede che si stabilizzi nel 2021
.




SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO


  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: lenta ma graduale diminuzione dei contagi.
  • SITUAZIONE TURISMO: progressiva riapertura a numerose destinazioni (tra cui Ginevra, Istanbul, Dubai, Il Cairo, Francoforte, Parigi, Vienna, Amsterdam, Barcellona e Belgrado) grazie alla riattivazione di collegamenti aerei regolari. Sulla base del DPCM 14 gennaio 2021, fino al 5 marzo le autorità italiane, includendola tra i Paesi della lista “E”, per i quali non sono consentiti spostamenti per turismo, richiede a quanti provengano dalla Federazione Russa di sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni.
  •  VOLI: Aeroflot effettua due voli settimanali (giovedì e sabato) sulle rotte Mosca-Roma-Mosca e Mosca-Roma-Milano, oltre a un volo Mosca-Venezia-Mosca (domenica). S7 effettua collegamenti A/R per Roma (martedì), Milano (mercoledì) e Verona (sabato) e dal 5 marzo opererà anche un collegamento settimanale per Bari. Al momento la Russia ha attivi corridoi aerei con 16 Paesi (tra cui Turchia, Emirati Arabi Uniti, Tanzania, Maldive e Cuba), a cui dal 27 gennaio se ne aggiungeranno altri quattro (con Vietnam, India, Finlandia e Qatar).Il traffico aereo con il Regno Unito resta invece sospeso fino al 1° febbraio.

  


Per i Russi le vacanze sulla neve durante il periodo delle festività si sono di fatto limitate a viaggi in Turchia. La Serbia, l’unica altra destinazione accessibile ai Russi per soggiorni sciistici, non ha invece avuto grandi riscontri, in quanto poco conosciuta e scarsamente promossa. 
I TO specializzati in destinazioni europee stanno cercando di promuovere soggiorni nei comprensori sciistici svizzeri abbinandoli a cure mediche, concentrandosi tuttavia esclusivamente sul segmento premium alla luce dei costi elevati.
Secondo l’associazione dei TO russi ATOR le vendite di pacchetti turistici per Capodanno sono diminuite di cinque volte, con soli 60 mila turisti che hanno raggiunto l'estero. Anche il numero dei viaggiatori che hanno prenotato dei viaggi senza rivolgersi ad intermediari è diminuito di sette volte rispetto al 2019. A causa della mancanza di concorrenza, le poche destinazioni accessibili ai Russi hanno però registrato comunque un forte aumento di vendite (Maldive +65%, Emirati Arabi Uniti e Cuba +75%).

Flash news trasporti e Tour Operator

  • SPACE TRAVEL: rileva un incremento di richieste nel target di lusso con riferimento soprattutto alle Maldive e agli Emirati Arabi nel periodo delle festività.
  • ANEX: TO altrimenti specializzato nei soggiorni in Turchia, sottolinea come grazie a voli charter propri, abbia potuto proporre con successo altre destinazioni, quali ad esempio Zanzibar (55% delle vendite con partenze da 9 regioni).
  • TUI Russia:  riferisce che, per la prima volta nella propria storia, il 60% delle vendite ha riguardato destinazioni interne alla Russia.
  • S7 AIRLINES: la compagnia aerea da inizio marzo organizzerà voli charter settimanali da Mosca verso tre nuove destinazioni italiane (Bari, Olbia e Pisa), nonché voli di linea da Mosca per Bari. Su questi voli saranno ammesse le categorie di passeggeri che sono autorizzate a volare secondo le restrizioni vigenti. 



FONTE: TMI Consultancy

 

Iscriviti alla newsletter