E ora la variante Russia pesa sul turismo

23 febbraio 2022
La situazione di forte incertezza nella contesa russo-ucraina, unitamente alla debolezza del rublo e all’insicurezza sul riconoscimento del vaccino Sputnik, rischia di avere importanti ripercussioni sul turismo europeo ed italiano.
Assoturismo ricorda che nel 2019, il turismo russo in Italia generava circa 1,7 milioni di arrivi e 5,8 milioni di presenze. La sola Pasqua ortodossa (che quest’anno cadrà il 24 aprile) garantiva 175mila pernottamenti e quasi 20 milioni di euro di fatturato per le attività ricettive. Numeri che rischiano ora di essere fortemente compromessi.
L’Unione russa dei tour operator rileva inoltre un calo del 20-25% del volume delle prenotazioni negli ultimi giorni.

Leggi la notizia in lingua originale cliccando qui
Russia
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter