OVERVIEW REPUBBLICA CECA

20 gennaio 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato ceco
Indicazioni aggiornate al 20 gennaio 2021

SITUAZIONE GENERALE

Il 18 gennaio in Repubblica Ceca il governo ha approvato l'estensione dello stato di emergenza fino al 21 febbraio. Nella prima settimana di gennaio l’emergenza sanitaria ha raggiunto livelli record con quote giornaliere che hanno sfiorato anche i 18.000 contagi. Da allora i numeri stanno lentamente diminuendo ma il Paese mantiene, secondo il sistema dog a 5 livelli, quello più alto di rischio che prevede le restrizioni più severe, cosa che potrebbe però essere rivalutata già la prossima settimana se le cifre continuassero a scendere. Confermati al momento il coprifuoco dalle 21 alle 5, la chiusura di piscine e centri fitness, delle istituzioni culturali, di bar e ristoranti, degli hotel, nonché dei comprensori sciistici.

Relativamente alla vaccinazione, è stato attivato un sistema centralizzato di prenotazione attraverso il quale è possibile inoltrare la richiesta volontaria di sottoporvisi. Dal 15 gennaio la prenotazione è riservata agli anziani (over 80), da febbraio avranno poi tutti la possibilità di registrarsi.

Secondo i dati forniti dall'Ufficio Nazionale di Statistica, l'economia ceca nel terzo trimestre è scesa del 5% su base annua. Il PIL è invece aumentato del 6,9% rispetto al trimestre precedente, in virtù soprattutto della ripresa del commercio internazionale. Sul fronte inflazione il 2020 ha registrato i dati peggiori degli ultimi 8 anni con un aumento dei prezzi al consumo del 3,2%. Anche la disoccupazione è salita: in dicembre ha toccato il 4% e secondo gli analisti è destinata ad aumentare ulteriormente quando verranno meno gli aiuti stanziati dal governo.

 
 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: Mantenimento delle misure di quinto livello. Valutazione ulteriore la settimana prossima.
  • SITUAZIONE TURISMO: Come la quasi totalità dei Paesi europei (unica eccezione è la Bulgaria, considerata “verde”), anche l’Italia continua ad essere considerata zona a rischio al rientro dalla quale è richiesto un test negativo o, in alternativa, la quarantena. A sua volta la Repubblica Ceca è ritenuta da molti Paesi europei (tra cui Germania, Austria, Svizzera e Slovenia) zona “rossa”. L’Italia, che la considera tale da inizio ottobre e la include tra i Paesi della lista “C”, in base al DPCM 14 gennaio 2021 richiede fino al 5 marzo a quanti provengano dalla Repubblica Ceca di compilare un’autodichiarazione, informare del proprio ingresso in Italia il Dipartimento di Prevenzione della ASL competente e di presentare il risultato negativo di un test molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore antecedenti l’arrivo. In caso di mancata presentazione dell’attestazione relativa al test, sarà invece obbligatorio sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni.
  • VOLI: Le maggiori compagnie hanno sospeso gran parte delle rotte, incluse quelle verso l’Italia. Ryanair, che ha sospeso temporaneamente pressoché tutte le rotte (l'unica ad essere operata a gennaio è quella da Praga a Barcellona due volte a settimana), intende riprendere i voli su Bergamo e Venezia da marzo. Anche quelli di Czech Airlines in collaborazione con Smartwings da Praga a Milano Malpensa dovrebbero essere ripristinati da inizio marzo.


Il Ministero dello Sviluppo ha elaborato un piano di aiuti per 108 milioni di corone ceche (4,1 milioni di euro) detto COVID Tourism, disponendo misure di sostegno a favore delle aziende turistiche. 

Anche per le stazioni sciistiche è stato approvato ad inizio settimana un indennizzo da parte statale per via della chiusura forzata dal 27 dicembre. Gli impiantisti, che riceveranno da 210 a 530 corone al giorno a titolo di risarcimento per i costi di gestione, hanno accolto favorevolmente la nuova misura.




Flash news trasporti e Tour Operator

  • STAGIONE INVERNALELa maggior parte dei Cechi destina alle vacanze invernali buona parte dei propri risparmi. Ecco perché di norma vengono pianificate in anticipo. Essendo impossibile farlo quest'anno, è prevedibile che la maggior parte degli sciatori cechi, una volta riaperti, trascorrerà le vacanze sulla neve nei comprensori nazionali che, assieme a quelli slovacchi, rappresentano anche l’opzione più economica.
  • STAGIONE ESTIVA: Secondo i dati forniti dalle agenzie di viaggi ceche, la richiesta di offerte first-minute per l’estate a dicembre e gennaio ha raggiunto livelli pre-pandemia. Secondo il TO Invia, ad esempio, le vendite a dicembre sarebbero state favorite dal fatto che molti clienti hanno acquistato un tour da regalare. Anche Čedok segnala l’aumento delle vendite di viaggi estivi, in particolare city-break, in Italia.
  • ČEDOKJan Bezděk, ha dichiarato in una recente intervista rilasciata a Euro.cz che, nonostante le richieste siano scarse, la promozione dei soggiorni invernali prosegue. In attesa di ulteriori sviluppi nelle destinazioni sciistiche classiche come l'Italia e l'Austria, sono state effettuate alcune vendite di viaggi in primavera.
  • INVIA,pur continuando a promuovere perlopiù destinazioni esotiche, ha lanciato un claim sulla propria homepage riferito a Italia e Austria: mountains calling.
  • EXIM TOURS: al momento si sta concentrando solo sulla promozione dei soggiorni estivi puntando sulle offerte first-minute.
  • NEV-DAMA, che continua la promozione delle vacanze invernali, attualmente propone in homepage la Bulgaria, in quanto destinazione per la quale non è previsto il test né all’arrivo né al rientro. Sul fronte social, invece, i tre post più recenti sono stati dedicati a Bulgaria e Italia (Aprica e Paganella).
  • ALEXANDRIA, Petr Šťastný, lamentando come le vendite dell’inverno attualmente rasentino lo zero, conferma che i clienti sarebbero interessati alle vacanze sugli sci, ma stanno rimandando le prenotazioni in attesa di allentamenti nelle restrizioni. Il TO, che in homepage dà risalto ai soggiorni invernali in Italia e su FB ha inserito un post su Italia e Austria, sta lanciando anche il prodotto estivo.
  

FONTE: Travel Advance

Iscriviti alla newsletter