OVERVIEW REPUBBLICA CECA

06 maggio 2022
Aggiornamenti e notizie dal mercato ceco e slovacco
Indicazioni aggiornate al 06 maggio 2022

SITUAZIONE GENERALE


     Repubblica Ceca

  • In Repubblica Ceca è stato istituito fino al 31 maggio lo stato di emergenza per consentire una maggiore flessibilità nel coordinamento degli aiuti ai profughi ucraini. A livello economico è da notare come a marzo l’inflazione abbia toccato il 12,7% e come la tendenza sia ad un ulteriore rialzo, con ripercussioni ormai evidenti soprattutto sul prezzo del carburante e dei generi alimentari. Secondo recenti indagini, oltre un terzo dei Cechi (37%) avrebbe per questo già iniziato a risparmiare sui consumi. Rispetto al livello occupazionale si segnala invece una flessione del tasso di disoccupati a marzo (3,4%), con un calo su base annua dello 0,8%.

  • Sotto il profilo sanitario si registra una progressiva flessione dei positivi nell’ultimo mese, che vedono i contagi giornalieri attestarsi attualmente intorno ai 1200. Dal 5 maggio è venuto meno anche l’obbligo di mascherina nelle strutture sanitarie; ora è sufficiente sottoporsi a test antigenico in caso di sintomi e l’isolamento è ridotto a soli 5 giorni.

  • Per quanto riguarda la campagna vaccinale, il quadro per i Cechi di età superiore ai 12 anni attualmente è il seguente:
       
      Prima dose   

      65%

      Seconda dose

      64,2%        

      Terza dose

      38,9%


     Slovacchia


  • In Slovacchia, dove da inizio guerra si sono rifugiati decine di migliaia di profughi ucraini, l’assistenza finora garantita dal governo dal 1° maggio verrà affidata ad alcune organizzazioni internazionali come ONU, Unicef e Croce Rossa. Al proposito il Ministro del Lavoro Milan Krajniak ha dichiarato di essere "grato per questa forma di cooperazione e solidarietà che è, ovviamente, una buona notizia anche per il nostro bilancio statale". Relativamente all’economia, è da segnalare un’ulteriore crescita dell’inflazione a marzo (+1,7%) con ripercussioni sul caro-energia di aprile (+38%). Come ribadito dal Ministro dell'Economia Richard Sulik, il Paese al momento dipende dagli approvvigionamenti russi e ci vorranno anni prima che l'unica raffineria nazionale (Slovnaft) si affranchi dalle forniture di greggio russo. Al pari dell’Ungheria, la Slovacchia non intende pertanto sostenere l’embargo proposto dall’UE alle importazioni di petrolio dalla Russia.

  • Rispetto all’andamento epidemico, la situazione appare stabile e vede solo alcune centinaia di nuovi positivi al giorno (746 il 5 maggio), associati ad un numero di ricoveri a sua volta in graduale diminuzione

  • Relativamente alle vaccinazioni, il quadro per gli Slovacchi maggiorenni attualmente è il seguente:
       
      Prima dose   

      51,7%

      Seconda dose

      47,6%        

      Terza dose

      30,1%

 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: (Repubblica Ceca e Slovacchia) Stabilizzazione della curva.
  • SITUAZIONE VIAGGI: Per entrare in Repubblica Ceca e in Slovacchia non è più richiesto alcun tipo di certificazione, né compilare il modulo PLF. Si viaggia liberamente alle stesse condizioni esistenti prima dell’emergenza sanitaria.
  • VOLIRyanair opera voli diretti da Praga per Bergamo (dieci volte a settimana), per Venezia (due volte a settimana) e per Bologna (due volte a settimana). Easyjet garantisce collegamenti da Praga per Milano Malpensa cinque volte a settimana. Eurowings garantisce i collegamenti da Praga per Milano Malpensa (quattro volte a settimana), per Bergamo (quattro volte a settimana) e per Bologna (2 volte a settimana). Wizzair opera i voli da Praga a Malpensa (sei volte a settimana) e per Venezia (3 volte a settimana).

Secondo l'Associazione dei TOs cechi, l’interesse per le vacanze estive sarebbe molto più alto rispetto alle due stagioni precedenti. Lo si noterebbe, oltre che tra le destinazioni esotiche, anche tra quelle europee come Slovacchia, Croazia, Italia, Spagna e Grecia. Per il momento l'inflazione sembra così avere un impatto molto limitato sulle prenotazioni e alcuni TOs segnalano addirittura livelli di vendite più elevati del 2019.
 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • AEROPORTO DI PRAGA: prevede di gestire 9,6 milioni di passeggeri nel 2022, ossia circa un milione in più rispetto alle stime di gennaio. In estate da Praga si volerà con 63 vettori verso un totale di 148 destinazioni. "Osserviamo una maggiore occupazione degli aeromobili, i vettori di linea stanno iniziando ad avere capienze standard", ha dichiarato il portavoce della struttura Jiří Pos, precisando che il vettore leader nel primo trimestre è stato Ryanair (25% del traffico), seguìto da Smartwings (13%) ed EasyJet (7%). La tendenza sarebbe quella di aumentare la quota dei vettori low cost, che nel 2022 dovrebbero arrivare a coprire il 43% (contro il 33% del 2019).
  • CZECH AIRLINES sta significativamente limitando il proprio programma di volo, operando solo 3 rotte: Roma, Bruxelles e Barcellona.
  •  ČEDOK riferisce che i clienti stanno tornando a prenotare con largo anticipo, ossia stanno già organizzando le vacanze invernali. Essendo in costante crescita l'interesse per i viaggi, il TO sta aumentando del 70% la capienza dei tour invernali rispetto allo scorso inverno e prevede di ampliare anche l'offerta per le destinazioni sciistiche più richieste in Slovacchia, Austria e Italia.
  • NEV-DAMA si sta concentrando sulle vacanze attive in Repubblica Ceca, Croazia e Italia. "Magical Italy" è il motto con il quale promuove destinazioni italiane sia al mare che in montagna.
  • KUDRNA sta proponendo soprattutto vacanze attive e dedicando numerosi post a quelle sul Lago di Garda.
  •  CK ALPINA ha messo a punto diversi tour attivi, alcuni dei quali sul Lago di Garda.
  • CESKEKORMIDLO sta promuovendo la stagione estiva, ponendo l’accento su montagna, benessere e vacanza attiva. 
     

  • FONTE: Travel Advance

    Iscriviti alla newsletter