OVERVIEW REPUBBLICA CECA

15 ottobre 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato ceco e slovacco
Indicazioni aggiornate al 15 ottobre 2021

SITUAZIONE GENERALE

In Repubblica Ceca, dove il numero dei contagi giornalieri è triplicato nelle ultime settimane, raggiungendo quota 1511 il 12 ottobre e l’incidenza settimanale si attesta a 69 casi ogni 100mila abitanti, ora per accedere ad eventi culturali, ristoranti, aree sciistiche, hotel e altri luoghi di intrattenimento, è richiesto l’OTN, ovvero un pass che attesti alternativamente la vaccinazione completa da almeno 14 giorni, la negatività ad un test antigenico effettuato non oltre 72 ore prima oppure la guarigione avvenuta da non più di 6 mesi. 

La campagna vaccinale intanto, grazie ad oltre 6 milioni di seconde dosi e un totale di quasi 12 milioni di somministrazioni, vede completamente vaccinato il 57% dei cittadini. A non essere ancora vaccinati restano però 400mila over60. A partire proprio da questa fascia di età viene  raccomandata la terza dose di vaccino, attualmente già somministrata a oltre 23mila persone.

Secondo le stime più recenti, l’economia ceca sta gradualmente tornando a livelli pre-pandemici, come confermato anche da un +8,1% di crescita nel secondo trimestre. L’inflazione è però a sua volta in costante crescita (attualmente al 4,9%) e porta i tassi di interesse ai massimi storici dalla fine degli anni ’90.

In Slovacchia, dove il 12 ottobre si sono avuti oltre 1500 nuovi casi, si conferma un forte incremento dei contagi giornalieri nelle ultime settimane. Il governo al momento esclude tuttavia un inasprimento delle regole, che per gran parte del Paese (considerata al penultimo livello di allerta secondo il sistema a colori detto “covid automat”) oltre a prevedere limiti alla capienza, permettono libero accesso ad eventi e luoghi quali ristoranti, hotel e piste da sci alle persone di età superiore ai 12 anni in possesso di pass vaccinale.

Rispetto alla campagna vaccinale, ad aver ricevuto la prima dose sono finora 2,47 milioni di slovacchi (il 45,25%), mentre 2,35 milioni hanno già fatto il richiamo, facendo salire la percentuale della popolazione completamente vaccinata al 41,65%. Per raggiungere l’obiettivo del 60% di copertura vaccinale a livello nazionale mancano però all’appello ancora almeno 824mila persone.

Sotto il profilo economico, la crescita generale, risentendo delle difficoltà affrontate dall’industria automobilistica, segna un timido +0,8, mentre non si arresta quella dell’inflazione, che a settembre ha registrato un +5,1 su base annua. 
 
 
 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: (Repubblica Ceca e Slovacchia) forte incremento dei contagi.
  • SITUAZIONE VIAGGI: la Repubblica Ceca distingue 4 categorie di Paesi: a basso rischio (verdi, attualmente solo Polonia e Ungheria), a medio rischio (arancioni, tra cui Italia e Portogallo), ad alto rischio (rossi, tra cui Germania, Austria, Svizzera e Francia) e a rischio molto alto (rossi scuro, tra cui Romania, Regno Unito e Russia). Chiunque entri in Repubblica Ceca da aree a medio rischio deve compilare il modulo online e se non vaccinato o guarito da Covid, deve esibire al momento dell’ingresso l’esito del test negativo (molecolare di 72 ore prima o antigenico di 48 ore prima).  I Cechi che arrivano con mezzo privato possono sostituire il tampone richiesto prima della partenza con un tampone effettuato entro 5 giorni dall'ingresso in Repubblica Ceca.Per il transito in Austria e in Germania non sono necessari documenti speciali. 

    La Slovacchia richiede a chiunque voglia entrare nel Paese di registrare il proprio ingresso online e di essere in possesso della conferma comprovante la registrazione (https://korona.gov.sk/ehranica/). Per le persone maggiorenni non vaccinate né guarite, vige l’obbligo di quarantena (14 giorni), che è possibile abbreviare in caso di esito negativo di test PCR effettuato non prima del quinto giorno dall’arrivo.
     
    L’Italia include la Repubblica Ceca e la Slovacchia  tra i Paesi della lista “C”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/
  • VOLIRyanair opera voli diretti da Praga per Bergamo (cinque volte a settimana), per Venezia (tre volte a settimana) e per Bologna (tre volte a settimana), mentre non riaprirà le rotte dall'aeroporto di Brno su Milano Bergamo, attivandone invece una nuova per Napoli da fine ottobre. Easyjet garantisce collegamenti da Praga per Milano Malpensa tre volte a settimana e opera voli per Napoli da inizio settembre. Blue Air opera un collegamento da Praga a Milano Linate tre volte a settimana. Eurowings intende ristabilire i collegamenti con Milano da ottobre.


Secondo il Ministero dello Sviluppo ceco, sarebbero 20 i milioni di corone non ancora restituiti ai clienti delle agenzie di viaggio. Molti di loro restano ad esempio in attesa del rimborso da parte di Firo-Tour, noto TO fallito in primavera.

 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • AEROPORTO DI PRAGA: non avendo ancora centrato gli obiettivi (8 milioni di passeggeri) per raggiungere il pareggio di bilancio, la struttura aeroportuale lamenta la necessità di nuovi sostegni finanziari. 
  • WIZZ AIR E RYANAIR: i due noti vettori low cost intendono rafforzare significativamente la propria presenza in Italia, operando voli verso l’aeroporto di Venezia dalla primavera 2022.
  • SMARTWINGS ha scontato in modo consistente i prezzi dei biglietti per la prima volta nella propria storia: ora se ne possono acquistare al costo di sole 700 corone ceche (27,6 euro).
  • ČEDOK riferisce un boom di prenotazioni per le destinazioni invernali sulle montagne nazionali, in particolare nell’ultima settimana di dicembre. All’estero la destinazione più promossa dal TO è al momento l'Austria, che viene pubblicizzata in homepage con riferimento all’apertura della stagione sciistica.
  • NEV-DAMA si sta concentrando sui soggiorni invernali first minute in Austria (Molltal e Kaprun) e Francia.
  • INVIA continua a promuovere le destinazioni esotiche in inverno, ma ha al contempo iniziato la vendita di soggiorni sugli sci in Italia e in Austria. Il focus attuale è sulla ski-area della Val di Fiemme.
  • ALEXANDRIA sta promuovendo soggiorni in Bulgaria, Grecia e Turchia, concentrando la propria attenzione sulle informazioni riguardanti le restrizioni in vigore.
  • KUDRNA nella sezione “Sci di Natale sulle Alpi” sta proponendo soggiorni sciistici in Austria.
  • CESKEKORMIDLO.CZ ha pubblicato diversi post sulla prima neve in Italia, utilizzando lo slogan “Prenota ora la tua vacanza!”
  • BEZKEMPU.CZ: la piattaforma per campeggiatori ha visto il numero dei propri visitatori triplicarsi nell’ultimo anno. La domanda di vacanze in campeggio ha segnato un +200% su base annua, confermata dalla crescita del 220% delle vendite di camper.

     

FONTE: Travel Advance

Iscriviti alla newsletter