OVERVIEW POLONIA

17 luglio 2020
Aggiornamenti e notizie dal mercato polacco
Indicazioni aggiornate al 17 luglio 2020


SITUAZIONE GENERALE

La situazione epidemiologica in Polonia non è ancora in fase discendente. Si registrano ancora alcune centinaia di casi al giorno. 

Sono stati però riaperti bar, ristoranti, negozi, stadi ed è ripreso anche il campionato di calcio. È obbligatorio utilizzare la mascherina in luoghi chiusi quali ristoranti, negozi e cinema e sui mezzi di trasporto pubblici.

In una recente intervista all'agenzia di stampa polacca il Ministro della Salute Lukasz Szumowski ha affermato che il Paese è in grado di porre fine all'epidemia e che questa è "presente solo in modo marginale" in molte zone. Anche Jaroslaw Kaczynski, esortando gli elettori a partecipare al secondo turno delle elezioni presidenziali, aveva sottolineato che "non c'é nulla da temere" e che andare ai seggi è "più sicuro che andare in negozio". Anche il Primo Ministro Mateusz Morawiecki ha assicurato che "il coronavirus è in ritirata". I virologi mantengono invece un'opinione diversa a proposito, ritenendo questo tipo di affermazioni premature.

Domenica 12 luglio 2020 si è svolto il secondo turno delle elezioni presidenziali che ha decretato una nuova vittoria del presidente uscente Andrzej Duda per una manciata di voti. Duda ha vinto le elezioni con il 51,03% dei voti e con un’affluenza del 68,18%, riconfermando un governo di centro-destra, incline a stimolare il turismo interno sfavorendo i viaggi all’estero. Il nuovo Governo ha dichiarato di avere in cantiere anche un piano di nazionalizzazione per favorire i media polacchi a discapito dei gruppi editoriali stranieri.

L'economia polacca appare in ripresa. Le entrate totali del bilancio statale nel primo semestre 2020 sono superiori di circa il 3% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

I polacchi stanno reagendo all'isolamento imposto dal coronavirus. Secondo il viceministro alla Sanità Waldemar Kraska, che avverte quanto sia “importante che non ci siano altre infezioni e che si trascorrano le vacanze in sicurezza", non seguirebbero però le regole sanitarie.

Una ricerca di mercato e di opinione condotta dalla società ARC mostra come tre quarti dei polacchi temano il ripetersi dell'epidemia da coronavirus. Oltre la metà degli intervistati ammette che tali timori influenzano le sue decisioni quotidiane. Il cambiamento ha come effetto la mancata pianificazione di viaggi all'estero (56%), il risparmio di denaro in vista di tempi peggiori (42%) e la rinuncia all'acquisto di biglietti per eventi culturali (36%).


SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

 

  • POST-LOCKDOWN: Mantenimento del distanziamento e delle misure di protezione individuale in luoghi pubblici chiusi.
  • VOLI: I voli internazionali provenienti da aeroporti dell'UE e dalla Svizzera sono stati ripristinati. Il 14 luglio il Consiglio dei Ministri ha emanato un regolamento che prevede il divieto di volo fino al 28 luglio verso alcuni Paesi europei ed extraeuropei tra cui Portogallo, Svezia, Egitto, Tunisia e Turchia.
    SITUAZIONE TURISMO: I confini sono stati riaperti dal 13 giugno e si può viaggiare senza obbligo di quarantena in quasi tutti i Paesi europei.




Flash news trasporti e Tour Operator

 

  • Smartwings Polska, la filiale polacca della Smartwings nonché vettore charter che opera voli verso destinazioni di vacanza popolari per conto di ITAKA e RAINBOW, sta licenziando in massa a Katowice e a Varsavia.
  • All’aeroporto Chopin di Varsavia a giugno sono state effettuate 1200 operazioni di trasporto aereo passeggeri con un calo del 92,4%. I passeggeri che hanno utilizzato i servizi dello scalo della capitale sono stati 46.000, ovvero il 97,4% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Si tratta di risultati migliori di quelli ottenuti nei primi due mesi del secondo trimestre. Dall'inizio del 2020, 2.842 milioni di persone hanno preso voli internazionali (con un calo del 63,4%), mentre il traffico domestico ha raggiunto 334.000 unità (registrando una diminuzione del 60,1%).



FONTE: Projekt77

Iscriviti alla newsletter