OVERVIEW POLONIA

18 ottobre 2021
Aggiornamenti e notizie dal mercato polacco
Indicazioni aggiornate al 18 ottobre 2021

SITUAZIONE GENERALE

In Polonia nelle ultime settimane si assiste ad un nuovo aumento dei contagi giornalieri (+2523 al 17 ottobre), delle ospedalizzazioni e dei decessi. La situazione nelle strutture sanitarie nazionali, pur mostrando un peggioramento, resta al momento sotto controllo. 

La validità delle restrizioni in vigore è stata estesa al 31 ottobre. Negli spazi al chiuso di luoghi pubblici, quali ristoranti, bar, hotel, centri commerciali, negozi, musei, cinema, impianti sportivi etc. è quindi confermato fino a fine mese l’obbligo di mascherina e sono ancora in essere la limitazione del numero massimo di persone consentite (in genere 1 persona ogni 10 m2), nonché il distanziamento minimo di 1,5 m. Benché l’accesso a luoghi ed attività non sia espressamente sottoposto al requisito del pass vaccinale, gestori ed esercenti possono a propria discrezione verificarne il possesso.

Quale conseguenza della recente sentenza emessa dall’Alta Corte, che ha decretato il primato delle leggi polacche su quelle dell’UE, nel Paese negli ultimi giorni la tensione si è fatta sentire nelle piazze, che in una trentina di città hanno visto scendere migliaia di Polacchi pro-europeisti a manifestare scandendo lo slogan "Io resto nell'Ue".

Relativamente alla campagna vaccinale, nell’ambito della quale da fine settembre è iniziata la somministrazione della terza dose agli over50, si sono nel frattempo superati i 38,2 milioni di inoculazioni. Ad essere completamente vaccinato risulta così il 57,8% della popolazione di età superiore ai 12 anni, per un totale di oltre 19,7 milioni di cittadini. 

Sotto il profilo economico si segnala invece un +19,3 su base annua dell’export e un +32,9 delle importazioni, come segnalato dalla Banca Nazionale Polacca.

Al contempo va rilevato però anche un sensibile aumento rispetto allo stesso periodo del 2020 dei prezzi (+5,9% a settembre), a conferma di come l’inflazione sia aumentata più di quanto gli esperti stimassero.


 

SITUAZIONE VIAGGI E TURISMO

 

  • QUADRO EPIDEMIOLOGICO: Situazione sotto controllo negli ospedali nonostante l’incremento di contagi e ricoveri.
  • SITUAZIONE VIAGGI: Rientro in Polonia da Paesi Schengen con qualsiasi mezzo di trasporto presentando il green pass o un tampone negativo - PCR o antigenico - eseguito non oltre le 48 ore antecedenti l’ingresso nel territorio polacco. Se sprovvisti è necessario sottoporsi a una quarantena di 10 giorni, che potrà essere abbreviata grazie al risultato negativo di un tampone eseguito in Polonia nelle 48 ore successive all’ingresso. I bambini di età inferiore ai 12 anni, che viaggiano con adulti che sono stati completamente vaccinati o che hanno un risultato negativo a un test COVID-19, sono esentati dai test e dai requisiti di quarantena.
    L’Italia include la Polonia tra i Paesi della lista “C”, informazioni per l’ingresso disponibili al seguente link: https://www.trentinomarketing.org/it/trentino-suite/restart-riaprire-preparati-e-informati/arrivare-in-trentino-info-utili/
  • VOLI: Riattivazione dei collegamenti da parte delle maggiori compagnie.
    Wizz Air: sono attivi i voli da Varsavia, Danzica e Katowice per Bergamo, mentre sono sospesi fino al 31 ottobre quelli da Cracovia per Malpensa, così come quelli da Varsavia su Verona e Torino (fino al 15 gennaio 2022) e Bologna (fino al 1°novembre). Ryanair: sono operativi i voli da Cracovia, Varsavia, Poznan, Danzica, Katowice, Wroclaw su Bergamo e quelli su Treviso da Varsavia e Cracovia. LOT: sono attivi i collegamenti da Varsavia su Milano e Venezia.




Come confermato dal Vice Ministro allo Sviluppo e alla Tecnologia, tra i maggiori ostacoli alla ripresa del turismo dopo la pandemia rientra la carenza di personale da impiegare nel settore, colpito probabilmente dallo stesso senso di incertezza che condiziona i turisti.

 
 
 

Flash news trasporti e Tour Operator

  • AEROPORTO MODLIN VARSAVIA: a settembre sono stati oltre 206mila i passeggeri ad aver utilizzato i suoi servizi, ovvero il 140% in più rispetto allo stesso periodo del 2020 e l'84% rispetto a settembre 2019, che è stato uno dei mesi migliori nella storia della struttura aeroportuale.
  • AEROPORTO DI KATOWICE: Durante il mese di settembre 397mila passeggeri hanno utilizzato i collegamenti regolari e i charter in partenza dalla struttura, il che segna un incremento rispettivamente del 40% e del 100% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le rotte più popolari sono state nell’ordine quelle per Dortmund, Londra-Luton, Burgas, Atene e Londra-Stansted.
  • RYANAIR intende attivare due volte a settimana collegamenti su Venezia da Cracovia e Danzica a partire da fine marzo 2022.
  • LOT: secondo la classifica World Airline Awards, stilata dall'agenzia di rating internazionale Skytrax e condotta tra 350 linee aeree, valutate da 21 milioni di passeggeri provenienti da oltre 100 Paesi da settembre 2019 a luglio 2021, la compagnia di bandiera polacca ha conquistato il secondo posto tra quelle dell'Europa orientale, arrivando subito dopo Aeroflot. A seguire nella stessa categoria: S7 Airlines, Wizz Air, Air Serbia, Pobeda, NordStar, Rossiya Airlines, CSA Czech Airlines e Croatia Airlines.
  • ITAKA sottolinea come, a causa delle preoccupazioni per la quarta ondata e delle modifiche possibili nelle misure adottate dalle singole destinazioni, i turisti polacchi decidano di partire con anticipo sempre più ridotto, prenotando preferibilmente solo qualche giorno prima del viaggio.
  • TO VARI: i maggiori TO hanno già iniziato a vendere il 2022, proponendo condizioni di prenotazione flessibili. Oltre ad acconti contenuti, viene concesso il cambio data e di destinazione, nonché l’annullamento gratuito o coperto dalla stipula di un’economica polizza assicurativa aggiuntiva.
  • STAGIONE INVERNALE: benché i maggiori operatori stiano in prevalenza puntando su destinazioni esotiche per l’inverno,  i TO specializzati in soggiorni invernali hanno iniziato a proporre varie destinazioni sciistiche. Alcuni di loro (Tui e Nekera, ad esempio) hanno già presentato l'intera offerta per l'inverno, concentrandosi principalmente su Francia, Italia, Svizzera, Slovacchia e Austria. 




     
FONTE: Travel Advance
Polonia
Scegli una sottovoce di menù
Iscriviti alla newsletter