18 maggio 2020
LE POSSIBILITÀ DI VACANZE ESTIVE ALL'ESTERO AUMENTANO
Il ministro degli Esteri Heiko Maas e i suoi colleghi dell'UE provenienti da dieci destinazioni turistiche popolari mirano ad aprire il confine prima dell'estate. Il Ministro degli Esteri federale vuole sostituire il monito di viaggio globale, ancora valido fino al 14 giugno, con consigli di viaggio specifici per ciascun Paese.

Maas prevede inizialmente di revocare il divieto di viaggi in tutto il mondo solo per l'Unione Europea ma sta valutando questa possibilità anche per i singoli Paesi fuori dall’UE, come la Turchia. Il presidente della DRV Norbert Fiebig ha accolto con favore tali considerazioni bilaterali come un "importante passo nella giusta direzione".

Durante la videoconferenza di ieri pomeriggio si è discusso dell’abolizione dei controlli alle frontiere ma anche delle regole di quarantena e delle modalità per garantire la protezione della salute nei luoghi di villeggiatura.

L'Austria intende porre l’attenzione inizialmente sugli Stati che sono facilmente raggiungibili in treno e in auto e dai quali è possibile un viaggio di ritorno indipendente e semplice, se necessario, ha dichiarato il ministro degli Esteri austriaco Alexander Schallenberg.

Le voci positive sulla possibilità di vacanze transfrontaliere superano quelle negative, anche nei Paesi più colpiti. La restrizione ai viaggi potrà essere revocata prima del 15 giugno a condizione che la situazione nei rispettivi Paesi rimanga positiva come ad esempio in l'Italia dove i confini potrebbero aprirsi già dal 3 giugno.


Leggi la notizia in lingua originale cliccando qui
Iscriviti alla newsletter