08 giugno 2020
I MINISTRI DEGLI INTERNI DELL'UE DECIDONO IN MERITO ALLA LIBERTÀ DI VIAGGIO NELL'AREA DI SCHENGEN
Dopo che la raccomandazione sui viaggi del Ministero degli affari esteri per l'Europa è stata revocata a partire dal 15 giugno, i ministri degli interni degli Stati membri dell'UE hanno deciso venerdì scorso (5 giugno) di porre fine ai controlli alle frontiere e alla quarantena. Nell'area Schengen dovrebbe quindi essere ripristinata la libertà di viaggio.
"La maggior parte dei ministri degli interni si è dichiarata oggi favorevole alla sospensione dei controlli alle frontiere interne entro il 15 giugno", ha dichiarato Horst Seehofer dopo una videoconferenza con le sue controparti dell'UE. "Gli altri lo faranno entro la fine di giugno." Seehofer non ha specificato però di quali Paesi si tratti.

Questa decisione significa anche la fine della quarantena se si attraversano i confini tra i Paesi in Europa. "Ciò ripristinerà la piena libertà di movimento", ha sottolineato il ministro federale degli Interni. 

È attesa in settimana la decisione a riguardo del cancelliere austriaco Sebastian Kurz.

Secondo i ministri degli interni dell'UE i divieti di ingresso da Paesi terzi devono invece essere prorogati fino al 1° luglio, con soluzioni differenziate a seconda della situazione epidemiologica. La questione dovrebbe essere discussa la settimana prossima.


Leggi la notizia in lingua originale cliccando qui e qui


Iscriviti alla newsletter