2021
15 luglio
Un'anteprima per celebrare la "nuova stagione" de I Suoni delle Dolomiti
Parte all'insegna della rinascita la ventiseiesima edizione de I Suoni delle Dolomiti, dopo lo stop forzato (e sofferto) dello scorso anno, rafforzando ancor di più lo storico rapporto tra arte, musica, natura e impegno per la sua tutela.

Una connessione profonda che segna l'intera programmazione dell'estate 2021 sin da un'anteprima dal forte valore simbolico: le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi in una rilettura ecologica dal titolo “Una nuova stagione”.
Un emozionante concerto, eseguito da I Solisti Aquilani e Daniele Orlando affiancati dal noto artista veneto Natalino Balasso che, giovedì 15 luglio, ha ufficialmente aperto in Val di Fiemme lo storico Festival trentino di musica in quota in programma dal 23 agosto al 24 settembre.


L'evento ha segnato il primo appuntamento cui segue un fitto cartellone che riunirà sulle cime delle Dolomiti - in Valle di Fassa, in Valle di Fiemme, a San Martino di Castrozza e nel Primiero, in Val di Non, a Madonna di Campiglio e sull’altopiano della Paganella - artisti e musicisti provenienti da varie parti del mondo ed esponenti dei generi musicali più diversi.

Dai grandi maestri come Gidon Kremer, Antje Wheitaas, Danilo Rossi al meglio della canzone d'autore italiana: Niccolò Fabi e Daniele Silvestri senza dimenticare un affettuoso e originale omaggio a Gianmaria Testa e uno speciale evento con Stefano Massini affiancato da Stefano Corsi e Enrico Fink.

Torma anche il tradizionale Trekking de I Suoni delle Dolomiti con l’attore Neri Marcorè assieme ad un pool di musicisti quali Domenico Mariorenzi, Mario Brunello e Gabriele Mirabassi.

Spazio anche alle grandi promesse – e conferme – del mondo della musica classica come il Quartetto van Kuijk, I Virtuosi Italiani, il Quartetto Lyskamm.

Non poteva ovviamente mancare il jazz con nomi del calibro di Paolo Fresu, Gaetano Curreri, Gianluca Petrella, Riccardo Onori.

A chiudere il ricco programma uno speciale omaggio ad Astor Piazzolla e al mondo del tango con il Trio Gardel, Gidon Kremer e la Kremerata Baltica, Danilo Rea assieme a Giovanni Tommaso, Pietro Tonolo, Marcello Sirignano, e l'energia esplosiva della Riot Brass Jazz Band.

Qui il programma de I Suoni delle Dolomiti 2021

Iscriviti alla newsletter